Roma, 1 feb. - Il genere fa la differenza, anche quando si parla di salute orale. L'odontoiatria, infatti "non è esente da patologie che incidono e decorrono in modo differente tra il sesso maschile e quello femminile e, spesso, sono correlate a malattie che riguardano l'intero organismo". Lo spiega Sabrina Santaniello, vice presidente della Commissione Albo Odontoiatri di Roma (Ordine dei medici della Capitale).

"Il cavo orale può essere una spia di malattie sistemiche e come il resto dell'organismo è influenzato da diversi fattori- continua Santaniello- Nella sindrome metabolica, ad esempio, l'obesità viscerale che riguarda anche le ghiandole salivari vede una maggior incidenza nel genere femminile durante la menopausa a causa di modificazioni ormonali.

Roma, 1 feb. - Si è svolto stamattina un incontro tra i vertici dell'Ordine capitolino dei medici e il candidato alla presidenza della Regione Lazio, Francesco Rocca. Risorse, liste d'attesa, posti letto, sanità del territorio, accessi ai pronto soccorso, informatizzazione e telemedicina i temi principali oggetto di confronto.

"Ringrazio il candidato presidente Rocca di averci chiesto quest'incontro e per essere venuto qui, nella sede dell'Ordine provinciale di Roma dei medici-chirurghi e degli odontoiatri, per ascoltare le nostre richieste e illustrarci le sue priorità per un rilancio della Sanità del Lazio: un gesto di attenzione verso la categoria medica e l'istituzione ordinistica che non era scontato", ha commentato il presidente dei camici bianchi della Capitale, Antonio Magi.

Roma, 1 feb. - "A Roma Capitale viene riconosciuta una specificità in numerosi settori: da quello della cultura a quello delle infrastrutture, fino all'urbanistica e all'edilizia. È tempo che questa specificità, e dunque i relativi fondi, venga riconosciuta anche alla sanità". Lo ha affermato alla Dire il vicepresidente dell'Ordine dei Medici Chirurghi e degli Odontoiatri della provincia di Roma, Stefano De Lillo, a margine del convegno sulle innovazioni radiologiche dal titolo 'L'isola diagnostica. Evoluzione tecnologica in diagnostica per immagini e radiologia interventistica. Stato dell'arte e prospettive future', svoltosi all'ospedale Fatebenefratelli-Gemelli Isola e a cui ha preso parte il ministro della Salute, Orazio Schillaci.

Roma, 1 feb. - "Stiamo modificando il Codice deontologico e, insieme ai vertici dell'Università, vogliamo cambiare la formazione, insegnando a comunicare meglio. Questo può aiutare a prevenire la violenza". Così il presidente della Federazione degli Ordini dei Medici (Fnomceo), Filippo Anelli, intervistato da Unomattina, contenitore di Raiuno, è intervenuto sulla recrudescenza di aggressioni (una al giorno nel mese di gennaio) ai danni di medici, infermieri e personale sanitario.

(Red)

Roma, 1 feb. - L'Aula della Camera ha approvato all'unanimità una mozione unitaria che impegna il governo su diversi punti in materia di prevenzione e la cura del cancro. Il testo, firmato da tutti i gruppi, è stato licenziato con 269 voti favorevoli e nessun contrario, un risultato accolto da un lungo applauso unanime di tutti i deputati. Sono 28 gli impegni previsti per il governo nel documento approvato. Da quello ad adottare e rendere effettivo, con opportuni finanziamenti, il nuovo Piano oncologico nazionale, garantendo un raccordo con il Piano oncologico europeo, stilando un cronoprogramma e promuovendo l'accordo definitivo in sede di Conferenza Stato-regioni a quello a favorire la costituzione di un tavolo permanente presso il Ministero della salute con la partecipazione delle società scientifiche e delle associazioni pazienti e con i membri coordinatori dell'intergruppo "Insieme per un impegno contro il cancro", al fine di identificare gli obiettivi concreti e misurabili del Piano oncologico nazionale, le tempistiche, gli indicatori di performance, le coperture economiche e le regioni che necessitano di una velocizzazione dei processi.

Roma, 1 feb. - "Con la firma di questi quattro Decreti in materia di comitati etici viene compiuto un passo decisivo, atteso dal 2014, verso una piena implementazione nel nostro Ordinamento del Regolamento europeo in materia di sperimentazioni cliniche". Lo ha detto il ministro della Salute, Orazio Schillaci, partecipando ai lavori della conferenza stampa 'Ricerca clinica: ecco come cambiano le sperimentazioni in Italia'.

"Questo- ha proseguito- dà un grande impulso alla ricerca sanitaria e consente di avere una maggiore disponibilità di alternative terapeutiche. Costituisce, quindi, un volano molto importante per la crescita socioeconomica di un importante settore produttivo della nostra Nazione".

Roma, 1 feb. - Settecentocinquanta milioni di euro ogni anno. È la cifra investita in sperimentazioni in Italia. Risorse fondamentali sia per il 'sistema Paese' che per i pazienti. Ogni anno, infatti, sono circa 40mila i cittadini coinvolti in studi clinici, che possono beneficiare di trattamenti innovativi con grande anticipo rispetto alla loro disponibilità e, quindi, di maggiori possibilità di guarigione.

Da oggi tutte le sperimentazioni devono essere sottomesse secondo i nuovi standard stabiliti dal Regolamento europeo 536 del 2014, che ha armonizzato il processo di valutazione e autorizzazione di uno studio clinico condotto in più Stati membri. E l'Italia, dopo lunghi ritardi, si è finalmente adeguata alla normativa comunitaria, grazie ai quattro decreti firmati dal ministro della Salute il 30 gennaio 2023.

Roma, 1 feb. - C'è un nuovo tassello nella conoscenza di come il sistema immunitario combatte il cancro e soprattutto di come possa essere aiutato a farlo. Il 'mantello dell'invisibilità' che i tumori indossano per nascondersi dalle nostre difese immunitarie può essere sollevato, così che l'immunoterapia possa funzionare anche contro le neoplasie che non rispondono alle terapie standard. Potrebbe essere possibile 'risvegliare' la memoria immunitaria di vaccinazioni eseguite da bambini, iniettando nel tumore antigeni contro cui erano diretti i vaccini dell'infanzia, riattivando così la risposta immune contro il cancro. Lo suggerisce uno studio coordinato dall'IRCCS Ospedale Policlinico San Martino di Genova con l'Università di Genova, l'Università del Piemonte Orientale e l'Istituto di Tecnologie Biomediche del CNR di Segrate (Milano), appena pubblicato sul Journal for Immunotherapy for Cancer, che su modello animale ha dimostrato come questo approccio possa arrestare la crescita, fino a debellare, anche tumori molto aggressivi.

Roma, 1 feb. - "La grande partecipazione agli (h)Open Day emicrania testimonia che è importantissimo tenere alta l'attenzione sulla prevenzione. Sono tantissime le persone che si sono presentate al San Filippo Neri e al Santo Spirito - ospedali Bollini Rosa - per usufruire dei servizi gratuiti clinico-diagnostici e informativi offerti dalla Asl Roma 1 e da Onda-Osservatorio nazionale sulla salute della donna e di genere. L'offerta comprendeva anche visite neurologiche, consulenze, test di valutazione e distribuzione di materiale informativo sull'emicrania, un disturbo che colpisce sempre più persone. La Asl Roma 1 con i suoi ospedali Bollini Rosa è al fianco dei cittadini e delle donne per ogni bisogno di salute".

Roma, 1 feb. - Sabato 4 febbraio la Uoc di Ostetricia e Ginecologia dell'Ospedale dei Castelli (via Nettunense km 11,5, Ariccia) aprirà le porte alle famiglie in occasione del Open day: Il Percorso nascita l'Ospedale dei Castelli. Gli operatori illustreranno tutte le tappe che le future mamme percorreranno fianco a fianco con il personale dell'unità operativa, lungo la strada che le porterà alla nascita del loro bambino: il Percorso nascita, l'ambulatorio di Ostetricia, l'ambulatorio di Ecografia, i corsi di accompagnamento alla nascita, il servizio di Analgesia/Epidurale, l'Ambulatorio di Patologia Ostetrica, il Sostegno per l'allattamento prima e dopo il parto.

L'appuntamento è previsto alle ore 9.00 presso la hall dell'Ospedale.

Roma, 1 feb. - Due strutture di eccellenza nei rispettivi ambiti uniscono le forze per garantire servizi sempre più elevati ed efficaci. La Fondazione Policlinico Universitario "Agostino Gemelli" Irccs (il più grande ospedale della Capitale e il secondo del Paese) e Sant'Anna 1984 (Cooperativa Sociale specializzata nell'assistenza domiciliare a persone anziane o malate, attiva a Roma e a Milano) hanno infatti annunciato la loro collaborazione nell'ambito del progetto "Gemelli a Casa".

"Gemelli a Casa" (Gac), operativo dal 2019 con l'obiettivo di offrire assistenza sanitaria di alti standard di qualità in regime privatistico, è la prima azienda italiana frutto di un partenariato al 50% tra la Fondazione Policlinico Universitario "Agostino Gemelli" Irccs e Osa Operatori Sanitari Associati (uno dei maggiori player del Paese nel settore dell'assistenza sociosanitaria domiciliare).

Roma, 1 feb. - Oltre 40 defibrillatori semiautomatici installati all'interno della Città universitaria e nelle sedi di Roma e di Latina. La Sapienza diventa così il più grande ateneo cardioprotetto d'Europa. L'iniziativa è stata presentata presso l'Aula magna del Rettorato.

Una programmazione, quella della Sapienza, nel segno delle indicazioni arrivate dalle maggiori società scientifiche che hanno prospettato di ridurre, entro il 2030, le morti da arresto cardiaco di almeno il 20%. Per raggiungere tale obiettivo è fondamentale organizzare e sviluppare un idoneo primo soccorso tramite il massaggio cardiaco e la defibrillazione precoce che rappresentano il primo e più importante intervento per salvare la vita.

Roma, 31 gen. - "È assolutamente necessario un cambio di passo, ci troviamo in una situazione molto difficile e molto grave sul fronte dell'assistenza sanitaria, in cui gran parte dei medici sta per andare via: mi riferisco a quelli che vanno in pensione, a chi si dimette, a coloro che non vengono assunti e che non potranno rispondere alle esigenze di tante persone che devono essere curate e che sono invece costrette a liste d'attesa infinite. Alla nuova Giunta che governerà la Regione Lazio chiediamo di prendere in seria considerazione questo nostro appello e di condizionare anche le scelte del governo centrale perchè si investa maggiormente in sanità, uno dei beni più preziosi che abbiamo e di cui ci accorgiamo solo quando stiamo male".

Roma, 31 gen. - Il 55% degli italiani considera la sanità prioritaria per l'agenda del nuovo governo, davanti a lavoro ed energia. Un italiano su tre, inoltre, ritiene che l'articolo 32 della Costituzione, che sancisce la salute come diritto fondamentale dell'individuo, non sia oggi pienamente rispettato. Sono i principali risultati che emergono dal sondaggio d'opinione 'Priorità e aspettative degli italiani per un nuovo SSN', condotto da IPSOS nel dicembre 2022 su un campione di mille persone tra i 18 e i 75 anni. Il sondaggio è stato presentato oggi a Roma nel corso della quinta edizione dell'Inventing for Life Health Summit, quest'anno dedicato al tema 'Investing for Life: la salute conta', organizzato per esplorare gli argomenti chiave delle politiche sanitarie in Italia.

Roma, 31 gen. - Nella sezione "Open data" del sito Inail sono disponibili i dati analitici delle denunce di infortunio - nel complesso e con esito mortale - e di malattia professionale presentate all'Istituto entro il mese di dicembre. Nella stessa sezione sono pubblicate anche le tabelle in formato pdf del "modello di lettura", contenenti i dati aggregati con i confronti "di mese" (dicembre 2021 vs dicembre 2022) e "di periodo" (gennaio-dicembre 2021 vs gennaio-dicembre 2022).

Gli open data pubblicati sono provvisori e il loro confronto richiede cautele, in particolare rispetto all'andamento degli infortuni con esito mortale, soggetti all'effetto distorsivo di "punte occasionali" e dei tempi di trattazione delle pratiche.

Roma, 31 gen. - "Stiamo seguendo con attenzione le trattative per il rinnovo del contratto della dirigenza sanitaria. Lasciano basite le notizie che non vi saranno aumenti stipendiali perché si prevede solo un incremento retributivo del 4,5% a fronte di una inflazione del 12%. Un aumento assolutamente irrisorio che non copre nemmeno la spinta inflattiva che sta investendo da mesi la nostra economia". Così Pina Onotri, Segretario Generale del Sindacato Medici Italiani sull'apertura il 2 febbraio prossimo della trattativa per il rinnovo del Contratto Collettivo Nazionale di Lavoro (CCNL) per il triennio 2019/2021 del personale della dirigenza sanitaria del SSN.

"Proponiamo per il lavoro della dirigenza sanitaria una detassazione del salario accessorio, una flat tax applicabile almeno per l'attività libero professionale.

Roma, 31 gen. - L'approvazione da parte del Governo del Disegno di Legge Delega di riforma dell'assistenza agli anziani non autosufficienti mette al centro l'approccio multidimensionale nella definizione di cura e assistenza. Un elemento di soddisfazione per la SIGOT (Società Italiana di Geriatria Ospedale e Territorio), che in anni recenti ha fornito un importante contributo scientifico e professionale sul metodo di approccio multidimensionale alla persona anziana e oggi si offre di favorirne l'implementazione su tutto il territorio nazionale. LA LEGGE DELEGA APPROVATA - Il testo licenziato lo scorso 19 gennaio conferma i contenuti di quello predisposto nella precedente legislatura. La Delega si articola lungo due direttrici.

Roma, 31 gen. - Per la prima volta al mondo, nel maggio 2017, un paziente affetto da sclerosi multipla progressiva in stadio avanzato ha ricevuto una terapia a base di cellule staminali neurali (del cervello), nell'ambito dello studio Stems, coordinato dal professor Gianvito Martino, direttore scientifico dell'Irccs ospedale San Raffaele di Milano e prorettore alla ricerca e alla terza missione dell'Università Vita-Salute San Raffaele, pioniere della ricerca in questo campo.

Sulla rivista 'Nature Medicine' sono pubblicati i risultati dello studio clinico: i medici e ricercatori dell'Unità di ricerca di Neuroimmunologia e del Centro Sclerosi Multipla dell'Irccs ospedale San Raffaele hanno dimostrato la sicurezza e la tollerabilità del trattamento.

Roma, 31 gen. - Ogni sabato, fino al 25 marzo, dalle 9 alle 13, i professionisti della salute della Asl Roma 1 sono a disposizione dei cittadini per una serie di appuntamenti dedicati alla prevenzione. Le vaccinazioni e la diagnosi precoce sono la migliore protezione per la tua salute e gli strumenti più efficaci per prevenire infezioni e intervenire sulle malattie prima che queste si manifestino. I cittadini potranno accedere, senza prenotazione e con Tessera Sanitaria, ai seguenti servizi: - VACCINAZIONE ANTI COVID-19 (6 MESI - 4 ANNI) La vaccinazione è raccomandata per i bambini con fragilità che potrebbero sviluppare forme più gravi dell'infezione da SARS-Cov-2.

Roma, 31 gen. - Un articolo 'visionario' pubblicato nel 2020 sulla rivista scientifica internazionale Medicina da un gruppo di urgentisti del Pronto Soccorso di Fondazione Policlinico Universitario Agostino Gemelli IRCCS (primo nome, professoressa Veronica Ojetti, all'epoca responsabile della UOS di Procedure in Emergenza-Urgenza presso il Policlinico Gemelli) ha ricevuto il premio 'Medicina 2022 Best Paper', rilasciato dal team editoriale della rivista Medicina, presieduto dal direttore della rivista professor Edgaras Stankevicius. "Essendoci accorti di una notevole riduzione degli accessi in pronto soccorso, nel periodo iniziale della pandemia - spiega la professoressa Veronica Ojetti, attualmente direttore della UOC di Medicina Interna presso l'Ospedale San Carlo di Nancy di Roma e docente di Medicina d'Emergenza Urgenza presso l'Università Cattolica,- siamo andati ad esaminare la tipologia degli accessi presso il Pronto Soccorso di Fondazione Policlinico Universitario Agostino Gemelli IRCCS, dal 21 febbraio 2020 (giorno del primo caso 'italiano' di Covid-19, Mattia Maestri, il paziente '1' di Codogno) fino al 31 marzo dello stesso anno, quindi i primi 40 giorni di Covid-19 in Italia (il primo lockdown sarebbe scattato il 3 aprile).

Roma, 31 gen. - Formazione e innovazione tecnologica sono i due capisaldi del nuovo progetto di cooperazione che l'Università degli Studi di Roma Tor Vergata, in cordata con altre realtà italiane e internazionali, ha elaborato con l'obiettivo di migliorare la salute degli abitanti del Ciad, Paese dell'Africa centrale con una situazione economica, sociale e sanitaria molto fragile. Attraverso la formazione medica specialistica e la creazione di nuovi servizi ospedalieri basati su tecnologie moderne - dove Chirurgia Generale, Cardiologia e Gastroenterologia sono le tre branche maggiormente interessate - il progetto punta a rendere il Servizio Sanitario Nazionale del Ciad più efficiente, moderno e attento alle fasce deboli della popolazione.