Roma, 26 nov. - Si rende nota agli iscritti all'Ordine dei Medici-Chirurghi e Odontoiatri della provincia di Roma l'informativa per la presentazione delle domande di riduzione della tassa annuale, sia relativa all'anno 2021 che all'anno 2020, quest'ultima per gli iscritti da marzo di quest'anno.

(leggi l'informativa)

(Red)

Roma, 26 nov. - "Qualunque siano le norme del governo per Natale, per i medici saranno comunque feste in 'trincea'". Cosi' il presidente dell'Ordine dei medici di Roma, Antonio Magi.

"Per i medici sara' un Natale insieme ai malati- ha proseguito- perche' sicuramente questa festivita' non fara' sparire il Covid-19. Saremo quindi ancora una volta in 'trincea' per salvaguardare la salute di tutti quanti. Per i medici sara' un Natale molto particolare". Vuole lanciare un appello di 'prudenza' ai cittadini? "Natale non vuol dire 'liberi tutti', tutt'altro: si puo' festeggiare ma in massima sicurezza. Questo e' importantissimo- ha aggiunto Magi- altrimenti il virus, dopo un lieve rallentamento, tornera' ad accelerare come dopo estate".

Roma, 26 nov. - "La domanda e': se chiudiamo le Uscar e apriamo le Usca, andiamo meglio o peggio? Perche' delle Uscar i dati positivi ci sono, come ha evidenziato anche l'assessore D'Amato, mentre delle Usca non abbiamo notizie. E' un modello previsto nella normativa di marzo ma largamente inattuato in molte Regioni. Quanti interventi sono stati fatti finora? Quanto costano? Neanche al ministero della Salute sono noti questi dati". Lo ha detto il vicepresidente dell'Ordine dei Medici di Roma, Pier Luigi Bartoletti.

"Noi non ce l'abbiamo con i medici, parliamo di modelli- spiega Bartoletti, che coordina le Unita' mobili speciali di continuta' assistenziale regionali- Se ci fermiamo noi, si ferma il Lazio.

Roma, 26 nov. - Ultimo giorno di lavoro, dopo quasi 38 anni in FNOMCeO, per Marco Poladas, dirigente degli Uffici Legale e Odontoiatri, che dal primo dicembre prossimo si godra' la meritata pensione. "Una colonna portante della Federazione" lo ha definito, senza retorica, il Presidente Filippo Anelli, "un punto di riferimento per tutti, per via del suo ruolo delicato e cruciale per il funzionamento della FNOMCeO".

"Oggi quantomeno gli dobbiamo dire grazie - ha continuato - e abbiamo pensato di farlo con una piccola medaglia d'oro, che rimarra' come memoria del suo impegno".

"So che in ogni caso rimarra' disponibile e presente per tutti noi - ha concluso -.

(DIRE) Roma, 26 nov. - In attesa che arrivi un nuovo Dpcm a chiarire come trascorreremo le vacanze di Natale, c'e' un'altra notizia che 'agita' la comunita' scientifica ed e' il numero delle morti classificate come Covid e una loro eventuale sovrastima. L'agenzia di stampa Dire ha cercato di fare un po' di chiarezza con l'aiuto del professor Massimo Ciccozzi, direttore dell'Unita' di statistica medica ed epidemiologia del Campus Bio-medico di Roma.

- Partiamo pero' da Astrazeneca, che ha diffuso i dati sul candidato vaccino che dopo la somministrazione della seconda dose risulterebbe efficace al 90%. Come scienziato come accoglie questa notizia? E come tranquillizzare l'opinione pubblica che non e' avvezza alla lettura di questi dati anche alla luce delle recenti dichiarazioni di un suo collega? "Accolgo la notizia con fiducia e gioia perche' e' un'arma in piu' da usare per combattere il virus e questa pandemia.

Roma, 26 nov. - Parte il progetto di telemedicina reumatologica iARPlus. Non si tratta di una semplice cartella clinica elettronica ma di una nuova piattaforma informatizzata, interoperabile e in grado di facilitare i contatti tra malato, il medico di medicina generale e lo specialista reumatologo. Gia' in 40 centri della Penisola sono operativi degli "Ambulatori Virtuali Reumatologici" che presentano modelli e percorsi comuni e condivisi per evitare disparita' nei servizi erogati.

L'obiettivo e' implementarli nel piu' breve tempo possibile e l'iniziativa nasce dall'esigenza di far fronte alle emergenze sanitarie imposte dalla pandemia. E' promossa dalla Societa' Italiana di Reumatologia (Sir) con il supporto incondizionato dell'Associazione Nazionale Malati Reumatici (Anmar).

Roma, 26 nov. - Il rapporto tra il pediatra e il paziente si trasforma nel tempo, in base alle fasi della crescita del bambino che diventa adolescente e ragazzo. "In generale, il rapporto con l'adolescente va rivisitato da noi medici in base alle sue caratteristiche e diversita' rispetto sia ai bambini che agli adulti, cercando di conquistare la sua fiducia ma mantenendoci professionali". A sottolineare la delicatezza della fase adolescenziale anche in relazione col proprio medico e' Gabriella Pozzobon, presidente della Societa' italiana di medicina dell'adolescenza (Sima). "È difficile entrare in contatto con gli adolescenti- prosegue la presidente Sima- occorrono strategie diverse e si discute da tempo dell'opportunita' di riservare, al termine della visita in presenza del genitore, uno spazio solo per il ragazzo, in modo che possa entrare in sintonia con il curante e sentirsi piu' libero e autonomo".

Roma, 26 nov. - Paolo Tranquilli Leali, Professore Ordinario di Malattie dell'apparato locomotore e' il nuovo presidente della Societa' Italiana di Ortopedia e Traumatologia - Siot. Guidera' la Siot per il biennio 2020-2022 in seguito all'elezione che si e' tenuta nell'assemblea societaria ordinaria in data 7 novembre 2020, al termine della quale e' avvenuta la proclamazione anche del nuovo Consiglio Direttivo.

Della squadra fanno parte: come Vice Presidente Universitario, Biagio Moretti U.O.C. Ortopedia e Traumatologia, Universita' di Bari, come Vice Presidente Ospedaliero, Alberto Momoli, U.O.C. di Vicenza; come consiglieri: Alberto Belluati, U.O.C. Ortopedia e Traumatologia - Ospedale S. Maria delle Croci, Ravenna; Pasquale Farsetti, U.O.C.

Roma, 26 nov. - "Oggi nel Lazio, su 26mila tamponi, si registrano 2.260 casi positivi, 69 decessi e 1.253 guariti. Il rapporto tra i positivi e i tamponi e' all'8%". E' quanto afferma l'assessore regionale alla Sanita', Alessio D'Amato.

A Roma i nuovi casi sono 1.333. Nella Asl Roma 1 sono 630 e si tratta di casi isolati a domicilio o con link familiare o contatto di un caso gia' noto. Trentasei sono ricoveri. Si registrano sedici decessi con patologie. Nella Asl Roma 2 sono 571 i casi e si tratta di casi isolati a domicilio o con link familiare o contatto di un caso gia' noto.

Roma, 26 nov. - Per "venire incontro alle esigenze delle donne" in questo periodo di emergenza e assicurare continuita' assistenziale in questa fase di riorganizzazione dei servizi, la ASL Roma 5, anche a seguito della riconversione dell'ospedale di Palestrina in Covid Hospital, "ha potenziato i due ambulatori aperti a luglio presso l'ospedale di Colleferro". Aumentate il numero delle sedute. Non piu' solo il mercoledi' e il venerdi' mattina (che restano), ma dal lunedi' al venerdi' anche il pomeriggio. Prestazioni erogate: isteroscopie, colposcopie, ecografie ostetrico-ginecologiche, cardiotocografie e visite ostetrico-ginecologiche. Cosi' in una nota l'Asl Roma 5.

(Red)

Roma, 26 nov. - Il parto 'pretermine' e' cosi' chiamato perche' avviene prima della 37esima settimana di gestazione e interessa il 7-10% delle donne in gravidanza. Nascere 'al tempo giusto' e' importante per la salute di mamma e bambino, per questo e' stato di recente attivato al Fatebenefratelli-Isola Tiberina, l'Ambulatorio di parto pretermine. Lo scrive in una nota l'ospedale FateBeneFratelli di Roma.

"I neonati pretermine- spiega il ginecologo Antonio Ragusa, Direttore dell'Unita' di Ostetricia e Ginecologia dell'Ospedale all'Isola Tiberina- hanno peggiori esiti alla nascita e nell'infanzia rispetto ai bambini nati a termine e sono esposti ad un maggior rischio di mortalita' prematura o di sviluppare malattie croniche.

Roma, 26 nov. - Svelare le connessioni tra invecchiamento cellulare e cancro e' l'obiettivo del gruppo di ricerca coordinato da Luca Proietti De Santis, responsabile dell'Unita' di Genetica Molecolare dell'Invecchiamento del Dipartimento di Scienze Ecologiche e Biologiche dell'Universita' della Tuscia. I risultati piu' recenti dello studio sostenuto da Fondazione Airc per la Ricerca sul Cancro sono stati pubblicati sulla rivista Pnas e sono frutto di un'importante collaborazione con gruppi di ricerca italiani e francesi guidati, rispettivamente, da Silvia Soddu, responsabile dell'Unita' Network cellulari e bersagli terapeutici molecolari dell'Istituto Nazionale Tumori Regina Elena, e da Jean-Marc Egly, dell'Institut de Genetique et de Biologie Moleculaire et Cellulaire di Strasburgo.

Roma, 24 nov. - Dal 29 novembre al 3 dicembre si terranno (in terza e ultima convocazione) le elezioni dell'Omceo Roma per il rinnovo dei quindici componenti del Consiglio Direttivo e dei due componenti effettivi e del componente supplente del Collegio dei Revisori dei Conti per il quadriennio 2021-2024. La prima convocazione si e' tenuta dal 15 al 19 novembre, mentre la seconda e' dal 22 al 26 novembre.

Dal 29 novembre al 3 dicembre i seggi saranno aperti tutti i giorni dalle ore 8 alle ore 22 presso la sede dell'Ordine in via Giovanni Battista De Rossi 9, nel pieno rispetto di tutte le misure anti-Covid.

Roma, 24 nov. - "Noi medici dobbiamo portare avanti la campagna vaccinale contro l'influenza, ma i vaccini stanno scarseggiando. E' importante che arrivino il prima possibile. Il vaccino e' indispensabile, e' la 'materia prima'". Cosi' il presidente dell'Ordine dei medici di Roma, Antonio Magi.

"Molti medici di famiglia ancora non li hanno ricevuti, cosi' come tante farmacie- ha proseguito- Il personale medico e' pronto a vaccinare la popolazione, abbiamo avuto la disponibilita' anche da parte di tanti colleghi liberi professionisti. Ora aspettiamo arrivino al piu' presto tutti i vaccini necessari".

(Cds/ Dire)

Roma, 24 nov. - "Non ci devono essere allentamenti a Natale e Capodanno, perche' quello che stiamo facendo adesso e' propedeutico all'inverno, che ancora non e' arrivato. Bisogna tenere duro fino all'arrivo del vaccino". Lo ha detto il vicepresidente dell'Ordine dei Medici di Roma, Pierluigi Bartoletti.

"Ricordo a tutti che a gennaio arrivera' l'influenza, questo vuol dire che la febbre diventera' il problema numero uno perche' ci saranno migliaia di persone da visitare, migliaia di persone a cui far effettuare il tampone- ha spiegato- Per cui lo ripeto: non dobbiamo fermarci adesso, ma continuare a mantenere le misure e a lavorare per evitare la catastrofe a gennaio".

Roma, 24 nov. - Duecentosedici medici morti per Covid-19, 37 nella seconda ondata, a partire dal primo ottobre. Di questi ultimi, 18 erano medici di medicina generale o pediatri. E la crescita e' esponenziale: negli ultimi 10 giorni, abbiamo registrato 27 decessi: una media di quasi tre al giorno. "È ricominciata la strage degli innocenti, e, anche questa volta, e' la medicina generale a pagare il prezzo piu' alto", dice senza mezzi termini il presidente della Federazione nazionale degli Ordini dei Medici (Fnomceo), Filippo Anelli. Che sta per scrivere una lettera al Ministro della Salute, Roberto Speranza, per chiedergli di avviare, insieme, un monitoraggio di rischi e criticita'.

Roma, 24 nov. - "A oggi sono 62 i candidati vaccini contro il virus SAR-CoV-2 in fase di sperimentazione sull'uomo in tutto il mondo, e 13 di questi sono nella fase 3, quella che precede l'approvazione e la messa in commercio. Nei giorni scorsi abbiamo assistito ad un festival di comunicati stampa che, al di la' dell'enfasi e delle evidenti strategie di marketing dei produttori, ci dicono che la ricerca ha fatto grandi passi avanti, riuscendo ad arrivare in meno di un anno a traguardi impensabili, senza derogare ai principi di sicurezza e senza saltare alcuna fase tra quelle previste dai protocolli internazionali".

Roma, 24 nov. - Nell'autunno scorso si e' registrato un aumento anomalo di polmonite del 30%. "Se avessimo avuto tutti i dati immediatamente si sarebbe accesa una luce rossa". A dirlo e' David Vannozzi, direttore generale del Cineca, intervenuto al seminario web "Laboratorio di riprogettazione del servizio sanitario nazionale". Vannozzi sembra dunque rilanciare le ipotesi su una possibile presenza del Covid-19 in Italia gia' alla fine dello scorso anno. "Il fascicolo sanitario nazionale e' un punto d'arrivo fondamentale per prevenire e arginare grandi fenomeni come e' l'attuale pandemia- afferma il direttore del Cineca- se noi lo scorso anno, gia' nel mese di ottobre, avessimo avuto tutti i dati disponibili sugli accessi ai Pronto soccorso e le segnalazioni sulle polmoniti registrate in Italia, immediatamente si sarebbe accesa una luce rossa.

Roma, 24 nov. - "L'emergenza coronavirus Sars-Cov2 sta nuovamente mettendo sotto pressione il sistema sanitario nazionale; molti ospedali per aumentare la disponibilita' di posti per i pazienti colpiti da Covid-19 chiudono altri reparti. Accade ad esempio per l'oculistica, con migliaia di pazienti costretti a rinunciare a curare i propri occhi, come ha denunciato il presidente della Soi, Societa' oftalmologica italiana, Matteo Piovella". Cosi' si legge in una nota diffusa dalla Soi.

"C'e' una riduzione di visite e interventi del 50% - ha spiegato il dottore Piovella- quindi 6 milioni di visite e 500mila interventi in meno, per 2 fattori principali: il primo e' che, in questa seconda fase di difficolta', gli ospedali non sono disponibili a erogare le prestazioni di tipo oculistico, anche quelle d'urgenza, perche' ovviamente tutte le risorse devono essere dedicate a fronteggiare il Covid ma bisognerebbe anche essere in grado di non abbandonare i pazienti oculistici che hanno bisogno.

Roma, 24 nov. - "Nella fase attuale stiamo vedendo un uso piu' intelligente del Pronto soccorso. È accresciuta, da parte dei genitori, la fiducia nel proprio pediatra curante al quale si rivolgono e non capita piu' di vedere un caso nel momento estremo di emergenza, ma casi intermedi. Questo grazie al lavoro dei pediatri che riescono a gestire la situazione. Cosi' dovrebbe essere l'utilizzo adeguato e corretto del Pronto soccorso, per non intasarlo o magari arrivare all'ultimo momento chiedendo un'azione eroica di salvataggio". Lo dichiara Elena Bozzola, segretario nazionale della Societa' italiana di Pediatria (Sip) e dirigente medico presso l'Unita di Pediatria generale e malattie infettive dell'Ospedale Bambino Gesu' di Roma, nel corso della diretta Facebook della Sip 'Oltre il Covid, la salute dei bambini'.

Roma, 24 nov. - "Oggi nel Lazio, su quasi 28mila tamponi, si registrano 2.509 casi positivi, 62 decessi e 540 i guariti.

Scende sotto al 9% il rapporto tra i positivi e i tamponi". Lo fa sapere l'assessore regionale alla Sanita', Alessio D'Amato.

A Roma i nuovi casi sono 1.483. Nella Asl Roma 1 sono 534 e si tratta di casi isolati a domicilio o con link familiare o contatto di un caso gia' noto. Venti sono ricoveri. Si registrano diciannove decessi con patologie. Nella Asl Roma 2 sono 624 i casi e si tratta di casi isolati a domicilio o con link familiare o contatto di un caso gia' noto.