Roma, 21 lug. - Nuova iniziativa nella lotta all'HIV. Se negli ultimi anni il progresso scientifico ha compiuto passi enormi, restano ancora lacune sociali e culturali da colmare. L'infezione da HIV, infatti, può essere cronicizzata. Le terapie antiretrovirali, se regolarmente assunte, rendono la viremia non più rilevabile nel sangue, come sintetizzato anche nell'evidenza scientifica U=U, Undetectable=Untransmittable, Non rilevabile=Non trasmissibile. Tuttavia, restano aperte ancora numerose questioni che rendono l'HIV una questione di Salute Pubblica a livello globale. Vi è poca informazione, soprattutto tra i giovani; l'accesso ai test è limitato; soprattutto, restano numerose le diagnosi tardive, spesso in età avanzata e con altre comorbidità.

Roma, 21 lug. - Caratterizzato per la prima volta il profilo del microbiota intestinale dei bambini affetti da Covid-19 che, grazie a particolari proprietà antinfiammatorie, sembra proteggerli dalle forme gravi della malattia. L'identikit arriva dai ricercatori dell'ospedale pediatrico Bambino Gesù che hanno condotto uno studio il primo a livello internazionale dedicato al rapporto tra il microbiota e l'infezione da SARS-CoV-2 in età pediatrica. La ricerca, appena pubblicata sulla rivista scientifica Frontiers in Cellular and Infection Microbiology, suggerisce possibili interventi terapeutici sul microbiota per contribuire al controllo della malattia.

Lo studio sulla composizione e sulla funzione del microbiota intestinale nei pazienti pediatrici con COVID-19 è stato condotto dall'Unità di Ricerca del Microbioma Umano, diretta dalla prof.ssa Lorenza Putignani, nell'ambito del progetto "CACTUS-Immunological studies in children affected by COVID and acute diseases" coordinato dal prof.

Roma, 21 lug. - 'Questo bosco ci mette una vita per crescere, non farlo sparire in un attimo. Il verde si respira, non si maltratta. Rispettare l'ambiente è Salute'. È questo il claim che accompagna la campagna di sensibilizzazione lanciata da Asl Rm3, Ares 118 e dalle Asl di Viterbo e Rieti in difesa della natura. "Nella regione Lazio la maggiore superfice boscata si colloca nel territorio della provincia di Rieti, con circa un quarto dei boschi complessivamente presenti nella regione. Ogni anno siccità e temperature record, ma spesso anche la mano dell'uomo, mettono a rischio migliaia di ettari di bosco.

(DIRE) Roma, 20 lug. - "Non necessariamente dovremo vaccinarci una volta all'anno. Potremmo adottare una strategia vaccinale che vada a proteggere le persone più fragili o gli anziani, quindi non per forza andrà vaccinata tutta la popolazione". Ha risposto così Giovanni Rezza, direttore generale della Prevenzione del Ministero della Salute, interpellato dalla Dire sull'ipotesi di una nuova vaccinazione di massa nel prossimo autunno, a margine della settima edizione degli 'Stati Generali dell'Assistenza a lungo termine', l'evento organizzato da Italia Longeva, di concerto con il ministero della Salute, in programma ieri e oggi nella Capitale.

"Inoltre- ha spiegato- bisogna valutare quanto a lungo può durare l'immunità conferita dai vaccini o dall'infezione naturale e, dopo, vedere quanto cambiano le caratteristiche dei virus circolanti: se una variante riesce a 'bucare' o l'infezione naturale o l'immunità conferita dai vaccini, allora in quel caso c'è bisogno di adattare il vaccino e di nuovo ricorrere alla vaccinazione.

Roma, 20 lug. - Sale ancora ma più lentamente la curva dei ricoveri Covid: in una settimana, dal 12 al 19 luglio, negli ospedali aderenti alla rete sentinella di Fiaso il numero dei pazienti è cresciuto del 17,1%. L'incremento è il più basso delle ultime tre settimane: nella rilevazione del 12 luglio c'era stato un balzo del 35% e in quella del 5 luglio era stato registrato un aumento del 19%. Così in una nota stampa la Federazione italiana aziende sanitarie ospedaliere (Fiaso).

Dall'analisi settimanale emerge come a influire sul dato complessivo delle ospedalizzazioni siano i ricoveri nei reparti Covid ordinari che pesano esattamente del 17,2% mentre le terapie intensive, dove i numeri sono bassi, registrano una lieve oscillazione in su di soli 6 pazienti.

Roma, 20 lug. - Il caldo record che ha investito in questi giorni l'Italia, con 9 città in bollino rosso e temperature che potrebbero raggiungere i 42°, rappresenta un serio pericolo per la salute umana, specie per soggetti più fragili come anziani, bambini e cittadini con patologie preesistenti. Lo affermano i medici della Società Italiana di Medicina Ambientale (Sima) che lanciano oggi l'allarme circa le ripercussioni delle temperature elevate sul corpo umano.

"Il caldo eccessivo determina problemi sanitari in quanto può alterare il sistema di regolazione della temperatura corporea- afferma il presidente Sima, Alessandro Miani- Il corpo umano si raffredda attraverso la sudorazione, ma in determinate condizioni ambientali questo non è sufficiente: una umidità eccessiva impedisce al sudore di evaporare, con il calore corporeo che aumenta rapidamente e può arrivare a danneggiare organi vitali e il cervello.

Roma, 20 lug. - "Siamo preoccupati per il sondaggio i cui dati ci sono stati sottoposti da MedTech Europe, l'associazione che riunisce tutti i produttori europei di medical devices. Non è evidentemente compito dei professionisti delle tecnologie per la salute quello di entrare nel merito dei Regolamenti europei o del loro percorso di applicazione, ma non possiamo che provare una certa perplessità sulle conseguenze che il Nuovo Regolamento Europeo 2017/745 sta generando in Italia e in tutta Europa". Lo dichiara Umberto Nocco, presidente dell'Associazione Italiana Ingegneri Clinici, a fronte dei dati della survey che MedTech Europe ha pubblicato analizzando la disponibilità di devices in rapporto con l'implementazione del Nuovo Regolamento.

Roma, 20 lug. - "L'uso di cannabis in Italia è enorme, anche se sicuramente sottostimato e non esattamente definibile perché non confermato da dati epidemiologici ufficiali. È interessante che questo consumo riguardi in percentuale rilevante l'età giovanile, fino ai giovanissimi. Questo rappresenta la peculiarità del fenomeno e l'elemento clinicamente più preoccupante perché è stato verificato che il quoziente intellettivo dei ragazzi che hanno iniziato ad assumere cannabis alle scuole medie è inferiore fino a 8 punti rispetto a coloro che non l'hanno assunta a partire da quell'età. Si sta dunque stratificando una generazione di consumatori di cannabis, in senso letterale, meno intelligente rispetto ai coetanei non consumatori".

Roma, 20 lug. - "Oggi nel Lazio, su 5.059 tamponi molecolari e 34.694 antigenici per un totale di 39.753 tamponi, si registrano 7.152 nuovi casi positivi, sono 5 i decessi, 1.074 i ricoverati (+15), 71 le terapie intensive (=) e 4.400 i guariti. Il rapporto tra positivi e tamponi è al 17,9%". E' quanto afferma l'assessore regionale alla Sanità, Alessio D'Amato.

I casi a Roma città sono a quota 3.503. Asl Roma 1: sono 1.161 i nuovi casi e 0 i decessi nelle ultime 24h. Asl Roma 2: sono 1.207 i nuovi casi e 1 decesso nelle ultime 24h. Asl Roma 3: sono 1.135 i nuovi casi e 1 decesso nelle ultime 24h.

Roma, 20 lug. - Ha riaperto da questa mattina l'HUB del Policlinico Tor Vergata "La Vela", frutto della collaborazione tra PTV, Croce Rossa Italiana e Regione Lazio che hanno contribuito alla realizzazione di questa importante struttura sanitaria. Il Centro Vaccinale sarà aperto tutti i giorni dalle ore 08.00 alle ore 14.00 e vi si potrà accedere con prenotazione tramite il Portale di Salute Lazio. La struttura è dotata di un sistema digitalizzato dell'intero processo di vaccinazione comprensivo della tracciabilità dalla preparazione al controllo delle singole dosi.

Presenti questa mattina il Direttore Generale della Fondazione PTV Policlinico Tor Vergata, Giuseppe Quintavalle, il Rettore dell'Università di Roma Tor Vergata, Orazio Schillaci, il Direttore della U.O.C.

Roma, 20 lug. - Nuove opportunità di presa in carico e cura per i pazienti dell'ospedale Riuniti di Anzio. E' stato infatti attivato il reparto di Riabilitazione intensiva, ospitato al terzo piano del padiglione Faina, che accoglie le attività della UOC di Riabilitazione Aziendale, dedicata al trattamento di patologie post acute richiedenti elevata intensità di cure ed assistenza, quali disabilità conseguenti a patologie di natura ortopedica, neurologica, cardiorespiratoria.

La UOC dispone di 15 posti letto in regime di ricovero ordinario e 4 posti letto in regime di Day Hospital. I pazienti che accederanno ai percorsi riabilitativi saranno seguiti da un'equipe multiprofessionale.

Roma, 20 lug. - Siglato il Protocollo d'Intesa tra Sapienza Università di Roma, Federsanità Confederazione delle Federsanità Anci regionali e Health City Institute (HCI) volto a promuovere percorsi ed iniziative formative finalizzate alla creazione di capacità professionali e amministrative di gestione della sanità pubblica, di sociologia e psico-sociologia delle comunità, di controllo nella riduzione delle disuguaglianze sociali e di salute, di presa in carico integrata, e di nuovi sistemi di gestione delle cronicità e delle fragilità.

Obiettivo dei percorsi formativi è allineare linguaggi e valorizzare professionalità e competenze di coloro che operano nell'intero sistema dell'assistenza, relativamente allo sviluppo dei servizi alla persona ed alle comunità: dai professionisti delle strutture sanitarie a quelli dei servizi sociali coordinati dagli Enti locali, dai professionisti del terzo settore ai caregiver.