Roma, 24 lug. - La Regione Lazio ha emanato una ordinanza per l'approvazione delle Linee di indirizzo per le modalita' di accesso e visita in sicurezza dei famigliari e dei congiunti presso le strutture residenziali, socioassistenziali e sociosanitarie (RSA, case di riposo, ecc). Durante la fase emergenziale infatti per contenere il rischio di contagio e in attuazione delle linee guida nazionali tali accessi erano stati limitati. E' quanto si legge in una nota.

"Il momento della visita ad un parente o un congiunto e' un fattore assolutamente importante per garantire un equilibrio psicofisico del paziente. Questa ordinanza stabilisce i criteri per garantire anche la sicurezza affinche' si possano visitare i proprio congiunti e parenti, ma evitare che si introduca il virus nelle strutture" ha commentato l'Assessore alla Sanita' della Regione Lazio, Alessio D'Amato.

Roma, 23 lug. - "Il virus, anche se per focolai di importazione, ma questo e' solo un dettaglio, continua a circolare. Per questo le accortezze vanno mantenute, quindi bisogna evitare comportamenti imprudenti. Non c'e' bisogno di essere eccessivamente allarmisti, ma l'imprudenza e' pericolosa perche' nuovi focolai potrebbero di nuovo determinare situazioni di nuova emergenza". Lo ha detto il vicepresidente dell'Ordine dei Medici Roma, Pier Luigi Bartoletti, intervistato dall'agenzia di stampa Dire.

Gli occhi ora sono puntati anche sui giovani e sulla movida. Ma come si fa a spiegare ai piu' giovani che il virus non e' ancora sparito? "Senza calcare la mano e far generare ansie e timori che non servono- risponde Bartoletti- l'importante e' far capire ai giovani che devono essere prudenti.

Roma, 23 lug. - Sblocco del turnover, con un incremento e un ricambio generazionale del personale ospedaliero, aumento dei medici convenzionati sul territorio, azzeramento dell'imbuto formativo. Sono questi i tre punti prioritari del 'Piano Marshall per la Sanita'' che la Federazione nazionale degli Ordini dei Medici (FNOMCeO) ha presentato al Presidente del Consiglio Giuseppe Conte durante gli Stati Generali dell'Economia. Oggi il Presidente della stessa FNOMCeO, Filippo Anelli, torna a ribadirli. Lo fa mentre il Presidente del Consiglio e' in Senato a relazionare sugli esiti del Consiglio Europeo straordinario, che si e' concluso con l'accordo sul 'Recovery fund'. Fondi che, secondo Anelli, vanno investiti in maniera prioritaria sulla sanita', per non farci trovare nuovamente impreparati da una possibile recrudescenza dell'epidemia di Covid-19 o da altre emergenze.

Roma, 23 lug. - Il Consiglio dei ministri di ieri sera non ha approvato la proroga dello Stato di emergenza in scadenza il prossimo 31 luglio. Da quanto si apprende la decisione finale, presa nel corso del vertice di maggioranza che ha preceduto il Consiglio, e' stata quella di portare la questione in Parlamento nei prossimi giorni con l'idea di ottenere ilo via libera per una proroga fino al 31 ottobre.

Sulla necessita' della proroga che consente al Governo una oggettiva maggiore autonomia decisionale come e' stato in tutti questi mesi di emergenza, sembrerebbero comunque tutti d'accordo (scettica ma non troppo solo Italia Viva) ma in ogni caso si preferisce che stavolta sia il Parlamento a decidere per evitare accuse di attacco all'autonomia e alle prerogative delle Camere.

Roma, 23 lug. - "Questi mesi difficili, in cui i cittadini hanno imparato a combattere il coronavirus, ci hanno insegnato a tante cose. E tra queste quella di essere molto determinati. Possiamo provare a contenere la seconda ondata se sapremo essere veloci e determinati nell'isolare i casi, individuare i focolai e contenerli immediatamente". Lo ha detto il ministro della Salute, Roberto Speranza, intervenuto a '24 Mattino' su Radio24.

"E' evidente - ha continuato - che non possiamo avere certezze su settembre ottobre. In alcuni Paesi la seconda ondata e' avvenuta, e' avvenuta in epidemie precidenti. Non e' certa, ma dobbiamo considerarla come possibile.

Roma, 23 lug. - Morbillo, rosolia, parotite e varicella una o piu' vaccinazioni contro queste malattie potrebbe essere resa non piu' obbligatoria. A prevedere la possibilita' e' la stessa Legge 119/2017 che ha introdotto l'obbligo per 10 vaccinazioni. Si avvicina infatti il termine del 7 agosto 2020, data che segna i 3 anni dall'entrata in vigore della Legge.

La norma prevede che "sulla base della verifica dei dati epidemiologici, delle eventuali reazioni avverse segnalate in attuazione delle vigenti disposizioni di legge e delle coperture vaccinali raggiunte nonche' degli eventuali eventi avversi segnalati in attuazione delle vigenti disposizioni di legge, effettuata dalla Commissione per il monitoraggio dell'attuazione del decreto del Presidente del Consiglio dei ministri di definizione e aggiornamento dei livelli essenziali di assistenza, istituita con decreto del Ministro della salute 19 gennaio 2017, il Ministro della salute, con decreto da adottare decorsi tre anni dalla data di entrata in vigore della legge di conversione del presente decreto e successivamente con cadenza triennale, sentiti il Consiglio superiore di sanita', l'Agenzia italiana del farmaco (AIFA), l'Istituto superiore di sanita' e la Conferenza permanente per i rapporti tra lo Stato, le regioni e le province autonome di Trento e di Bolzano e previo parere delle competenti Commissioni parlamentari, puo' disporre la cessazione dell'obbligatorieta' per una o piu' delle vaccinazioni (morbillo, rosolia, parotite e varicella).

Roma, 23 lug. - Nei controlli pediatrici di routine entrera' anche il monitoraggio dei disturbi del neurosviluppo. Un nuovo strumento sara' infatti a disposizione dei Pediatri di Famiglia per la sorveglianza neuroevolutiva dei bambini.

Si tratta di schede condivise dall'Istituto Superiore di Sanita', dalla Federazione Italiana Medici Pediatri (FIMP), dall'Associazione Culturale Pediatri (ACP), dal Sindacato Medici Pediatri di Famiglia (Simpef), dalla Societa' Italiana di Pediatria (SIP), dalla Societa' Italiana di Neuropsichiatria dell'Infanzia e dell'Adolescenza e dalla Societa' Italiana di Neonatologia (SIN).

Le schede di osservazione e promozione del neurosviluppo sono nate dal Progetto Salute-Infanzia nell'ambito dei Bilanci di salute, cioe' dei controlli di routine previsti dal SSN realizzati dal Pediatra di Famiglia a determinate tappe di eta' definite con singole Regioni.

Roma, 23 lug. - Si e' conclusa alla presenza dell'assessore alla Sanita' e l'Integrazione Sociosanitaria della Regione Lazio Alessio D'Amato l'odierna videoconferenza della task-force regionale per il COVID-19 con i direttori generali delle Asl e Aziende ospedaliere e Policlinici universitari e ospedale Pediatrico Bambino Gesu'.

"Oggi registriamo- spiega l'assessore D'Amato- un dato di 26 casi e un decesso. Di questi dodici sono casi di importazione: quattro casi di nazionalita' del Bangladesh, quattro da India, due casi da Romania, un cao da Lituania e un caso da Marocco. In zona Infernetto nella Asl Roma 3 e' stata disposta la sospensione temporanea dell'attivita' di ristorazione 'Michelino Fish' per una dipendente risultata positiva.

Roma, 23 lug. - "Plaudiamo all'uscita della Regione Lazio dal Commissariamento". Queste le parole di Jessica Faroni presidente Aiop Lazio, l'Associazione maggiormente rappresentativa della sanita' privata laziale.

"Si apre una nuova fase- prosegue- in cui sara' finalmente possibile affrontare i problemi sul tavolo in modo piu' sereno e proficuo collaborando insieme per raggiungere gli obiettivi comuni. Questa sara' certamente un'ulteriore sfida e occasione per realizzare appieno e sul campo l'integrazione pubblico-privato nella sanita', sinergia che soprattutto in questo momento particolarmente difficile, puo' costituire il vero volano dello sviluppo della nostra Regione".

(Red)

Roma, 23 lug. - Inaugurato oggi il nuovo reparto di Neuropsichiatria infantile dell'Azienda ospedaliera universitaria Policlinico Umberto I di Roma, diretto dal professore Vincenzo Leuzzi, alla presenza dell'assessore alla Sanita' della Regione Lazio, Alessio D'Amato e del direttore generale del Policlinico, Vincenzo Panella. La struttura unica nel suo genere, che rappresenta un'esperienza pilota in Italia, e' finalizzata ad accogliere soggetti in eta' adolescenziale con esordi psichiatrici in fase acuta non gestibili in contesti clinici alternativi.

"Mancava questo tipo di servizio- dichiara alla Dire Vincenzo Panella- per fa fronte alle crisi acute adolescenziali, che rappresentano una patologia emergente in una fascia d'eta' sempre piu' colpita rispetto agli anni passati.

Roma, 23 lug. - La forza comunicativa dei murales sulle facciate di 12 ospedali della regione Lazio per ringraziare il personale sanitario e celebrare la dedizione dimostrata durante l'emergenza covid-19. È stata presentata questa mattina presso l'Ospedale San Camillo Forlanini di Roma 'Diciamo insieme Grazie', l'iniziativa promossa dalla Regione che coinvolgera' noti artisti come Agostino Iacurci, Alice Pasquini e Lucameonte, nella realizzazione di opere di street art sulle pareti esterne dei nosocomi delle province laziali.

"Tutte avranno un significato legato all'impegno dimostrato durante l'emergenza", ha assicurato l'ideatrice (assieme a Renato Fontana) del progetto, Sabina Mintullo, mostrando il primo cantiere al Pronto Soccorso del San Camillo, dove gli artisti Gummy Gue stanno dipingendo un'opera di intersezioni tra linee e forme in cui compariranno strumenti di medicina in chiave pop, "a significare il dinamismo e la necessita' di decidere in tempi reali che sono state necessarie durante la prima fase dell'epidemia".

Roma, 22 lug. - Si informano gli Iscritti che e' ancora possibile richiedere un contrassegno provvisorio valido fino al 31 luglio 2020, compilando e inviando l'apposito modulo qui allegato a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo..

Una volta terminato il periodo di emergenza i sanitari dovranno seguire la normale procedura per modificare definitivamente le targhe. Sono esclusi coloro che hanno gia' in precedenza inviato la richiesta con il modulo ordinario.

Il contrassegno provvisorio NON sostituisce il contrassegno metallico. E' utilizzabile soltanto fino al termine dello stato di emergenza ed e' RISERVATO agli iscritti sprovvisti di contrassegno metallico o che abbiano nuove targhe da sostituire e siano autorizzati a circolare per validi motivi.

Roma, 22 lug. - "Abbiamo notizia che alcune organizzazioni non mediche starebbero sondando la disponibilita' dei medici a candidarsi alle prossime elezioni degli Ordini territoriali, indicando, nel programma delle costituende liste, la difesa di interessi che, pur legittimi, sono di parte e vanno tutelati in altre sedi". A parlare e' il Presidente della Fnomceo, la Federazione nazionale degli Ordini dei Medici Chirurghi e Odontoiatri, dopo aver appreso che molti iscritti starebbero ricevendo, tramite sondaggi e newsletter, sollecitazioni in tal senso.

"Ricordiamo a tutti, medici e non, che il fine ultimo degli Ordini e' la garanzia dei diritti, costituzionalmente protetti, dei cittadini, da attuarsi tramite la garanzia del corretto esercizio della Professione - continua -.

Roma, 22 lug. - Potrebbe calare il sipario sulla querelle dei giorni scorsi che ha visto le Regioni schierate contro la Ragioneria dello Stato sulle risorse aggiuntive per il personale sanitario impegnato nell'emergenza coronavirus A stemperare gli animi gli esiti dell'incontro tra l'assessore regionale alla Sanita' del Piemonte e coordinatore della Commissione Salute delle Regioni Luigi Genesio Icardi, con il ministro della Salute, Roberto Speranza.

"Il ministro Speranza si e' impegnato perche' venga attuata una modifica normativa o un'interpretazione autentica della norma che permetta con chiarezza di pagare per intero il bonus covid al personale sanitario impegnato nell'emergenza coronavirus - ha annunciato Icardi in una nota - e' vero che il Governo non ha impugnato la legge regionale concordata con le parti sociali per la distribuzione delle risorse aggiuntive ai lavoratori del Comparto e della Dirigenza della Sanita', ma i rilievi della Ragioneria dello Stato sull'entita' degli stanziamenti impediscono, di fatto, di procedere con i pagamenti, come rilevato dalla stessa Avvocatura regionale del Piemonte.

Roma, 22 lug. - I dati sono una conferma: l'eta' dei contagiati continua a scendere. Ormai 6 persone su 10 tra quelle contagiate dal Sars-Cov-2 hanno meno di 50 anni e scende, toccando i 43 anni, l'eta' mediana (valore centrale tra i dati) a fronte dei 61 anni che si registrano da inizio pandemia. Mentre scende al 47% la percentuale di donne tra i positivi. E' quanto emerge dalla nuova infografica settimanale pubblicata sul portale dell'Istituto Superiore di Sanita' (Iss), che riporta i dati relativi agli ultimi 30 giorni e aggiornati al 20 luglio.

Basta confrontare questi dati con quelli dall'inizio della pandemia per vedere come la popolazione di Covid positivi sia mutata in questi mesi.

Roma, 22 lug. - Le pensioni italiane sono diventate argomento di trattativa al vertice del Consiglio europeo: l'accordo sul Recovery Fund e' appena stato raggiunto e gli interventi (promessi o negati) sul sistema pensionistico italiano sono stati al centro degli incontri tra i leader in Ue. Nel mirino dell'Olanda sarebbero finite le pensioni degli italiani, tant'e' che e' stato proposto il blocco della riforma pensionistica auspicata proprio in queste settimane dal Governo italiano e l'eventuale proroga di Quota 100. E la mancata conferma di Quota 100 potrebbe non bastare.

Ma se prima dell'emergenza sanitaria il dibattito sul tema era piuttosto rilassato, l'anno scorso i pensionamenti con Quota 100 sono stati solo 150mila, un terzo in meno del previsto, l'unico rovello era come evitare lo scalone di cinque anni che si sarebbe presentato, senza correttivi, per chi maturera' i requisiti minimi di 62 anni di eta' e 38 di contributi il primo gennaio 2022, ora con la pandemia lo scenario e' cambiato.

Roma, 22 lug. - Ospedali 'connessi' capaci di condividere dossier sanitari, effettuare visite in telemedicina, monitorare i pazienti cronici a distanza. È la sanita' digitale che l'Italia insegue da tempo e che per diventare strutturale e organica necessita di strategie, di solide fondamenta e di professionisti competenti. Perche' l'enorme flusso di sensibilissimi dati sanitari generati e condivisi dovra' viaggiare su binari sicuri, cosi' da garantire il rispetto della privacy dei cittadini.

Si e' discusso di questo durante il webinar dal titolo 'Telemedicina' organizzato da ANORC (Associazione nazionale operatori e responsabili della custodia di contenuti digitali), moderato dal direttore dell'agenzia di stampa Dire, Nicola Perrone.

Roma, 22 lug. - "Oggi registriamo un dato di 16 casi e due decessi. Di questi sette sono casi di importazione: un caso di nazionalita' del Bangladesh, quattro da Pakistan, un caso da Romania e un caso da India. Nella Asl Roma 1 due nuovi casi nelle ultime 24h sono riferiti a persone legate a cluster gia' noti e in isolamento. Nella Asl Roma 2 dei dieci nuovi casi uno riguarda una persona di nazionalita' del Bangladesh e riferita all'esito dei tamponi sulla Comunita' del Bangladesh richiamati al drive-in. Quattro casi sono riferiti a persone di nazionalita' del Pakistan, un caso di una donna dalla Romania, un caso di un uomo indiano e due casi di persone italiane legate ad un link familiare gia' noto.

Roma, 22 lug. - "Stiamo monitorando con attenzione la situazione e ringrazio tutto il personale sanitario impegnato nel controllo del territorio. Per ora non procederemo con una ordinanza su obbligo mascherina, ma riprenderemo una forte campagna di informazione per invitare tutti alla responsabilita' e a rispettare le regole. Faccio un appello ai sindaci a emettere, li' dove necessario, ordinanze per limitare ed evitare assembramenti. La nuova campagna invita tutti a non diventare complici del Covid 19. Chiedo a tutti: massima diffusione!". Lo scrive su Facebook il presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti.

(Red

Roma, 22 lug. - "E' donna, lavora nella sanita', eta' compresa tra i 35 e i 65 anni, vive e/o lavora nella Capitale. Su 1.496 casi di contagio sul lavoro nel Lazio da Covid, 929 sono donne. È la fotografia scattata nell'ultimo report elaborato dalla Consulenza statistico attuariale dell'INAIL pubblicato ieri, che riporta le rilevazioni dell'Istituto aggiornate al 30 giugno.

Rilevazioni che, senza appello, evidenziano come le donne, le lavoratrici, siano state maggiormente sacrificate in nome della propria professione, della propria abnegazione e missione. E il dato e' eclatante perche' sono state colpite in misura quasi doppia rispetto agli uomini: il 62,1% delle donne contro il 37,9% degli uomini, ha contratto il virus mentre era al lavoro".

Roma, 22 lug. - "I dati dell'ultimo rapporto del DEP (Dipartimento di Epidemiologia della Regione Lazio) sono impietosi. E' raddoppiato il numero di coloro che sono in cura presso i SERD per il gioco d'azzardo. In modo particolare preoccupa la presenza dei giovani e delle donne soprattutto attraverso le sale gioco VLT o New Slot Machine. Questa e' una vera e propria emergenza sanitaria e sociale che rovina le famiglie. Trovo assurdo uno Stato che, da un lato fa del gioco cosiddetto 'legale' un'entrata di bilancio e dall'altra produce malati che devono poi essere curati dalle ludopatie addirittura aumentate nel tempo dell'emergenza COVID-19".