Roma, 19 feb. - "Ad oggi sono stati vaccinati sostanzialmente tutti i dipendenti e i medici convenzionati, diciamo che abbiamo raggiunto abbondantemente oltre la meta' dei professionisti vaccinati". Risponde cosi' il presidente della Federazione nazionale degli Ordini dei Medici Chirurghi e Odontoiatri, Filippo Anelli, interpellato sulla percentuale "plausibilmente del 70%" dei medici vaccinati, a margine della cerimonia organizzata dall'Ordine dei medici di Roma per celebrare i colleghi scomparsi nell'esercizio della professione.

"Siamo in una fase in cui, anche se con ritardo, in parte anche dovuto a quello dei vaccini, la vaccinazione dei liberi professionisti e odontoiatri e' iniziata- ha proseguito Anelli- ora speriamo di portarla a termine in tempi brevi".

Secondo Anelli, tutti i professionisti "garantiscono la salute dei cittadini", quindi "non si puo' dire che il professionista che lavora in ospedale tutela la salute mentre chi lavora fuori dall'ospedale non la tutela. Non esistono professionisti di serie A e di serie B, dunque- ha concluso- i liberi professionisti hanno la necessita' di essere vaccinati".

(Cds/ Dire)

Content Original Link:

http://direnl.dire.it/odm/anno/2021/febbraio/19/?news=N02