Roma, 23 nov. - "La Commissione Centrale per gli Esercenti le Professioni Sanitarie non è stata ancora ricostituita, lasciando in sospeso l'efficacia di centinaia di provvedimenti disciplinari: sospensioni e radiazioni di medici e odontoiatri che, pur comminate dagli Ordini, non sortiscono alcun effetto, perché non sono applicabili sino all'esito dei ricorsi. E così i professionisti continuano ad esercitare". È la denuncia con la quale Raffaele Iandolo, presidente della Commissione Albo Odontoiatri nazionale della FNOMCeO, la Federazione nazionale degli Ordini dei Medici Chirurghi e Odontoiatri ha aperto sabato scorso a Bologna il Convegno "Riordino degli Ordinamenti delle Professioni sanitarie alla prova della riforma".
Una riforma, quella voluta dalla Legge 3 del 2018, tuttora incompiuta: molti i punti non ancora pienamente realizzati, dalla parità di genere alla necessità di un ricambio generazionale, al nuovo iter per i procedimenti disciplinari.

Procedimenti disciplinari che sono uno dei punti più alti dell'attività ordinistica, insieme alla tenuta degli Albi. E che sono stati al centro del Convegno, in tutti i loro aspetti, passati in esame dalle relazioni di Antonio Pasca, Presidente del Tar Puglia, sezione di Lecce e già presidente della CCEPS; di Antonio Federici, che della CCEPS è, sino alla ricostituzione, il Segretario; e di Marcello Fontana, dirigente degli uffici Legislativo e Odontoiatri della FNOMCeO. Ad aprire i lavori, insieme a Iandolo, anche i presidenti della Commissione Albo Medici e della Commissione Albo Odontoiatri dell'Ordine di Bologna, Salvatore Lumia e Corrado Bondi, a evidenziare la pari dignità e valore voluti proprio dalla Legge 3/2018, la cosiddetta Legge Lorenzin. A concluderli, la relazione del Presidente dello stesso Ordine, Luigi Bagnoli.

Il convegno era stato accompagnato, il giorno precedente, dalla riunione della CAO nazionale. Molti gli argomenti al centro del dibattito: dalla pubblicità sanitaria alle Società tra professionisti, dalla comunicazione all'Educazione continua in Medicina, al progetto di formazione "Avvio alla Professione", ai numerosi convegni in programma.

Prossimo appuntamento a Milano, il 9 10 e 11 dicembre, quando si riunirà l'assemblea dei 106 presidenti CAO e si terrà la terza edizione dell'ormai tradizionale convegno scientifico "Odontoiatria, eccellenza italiana".

(Red)

Content Original Link:

http://direnl.dire.it/odm/anno/2021/novembre/23/?news=N01