Roma, 13 gen. - Il virologo americano Anthony Fauci, direttore del National Institute of Allergy and Infectious Diseases (Niaid), ha ricevuto a Roma alla Sapienza il dottorato di ricerca honoris causa in Advances in infectious diseases, microbiology, legal medicine and public health sciences'. Il riconoscimento assegnato a Fauci, in collegamento streaming dagli Usa, ha come motivazione il ruolo fondamentale del virologo "nello studio delle malattie infettive e immunomediate, con particolare riguardo ai primi studi pioneristici sulle infezioni da Hiv, alla messa a punto di misure di contenimento della trasmissione e di terapie efficaci contro l'Aids".

FAUCI: UN ONORE RICONOSCIMENTO SAPIENZA, IO ITALO-AMERICANO - "Sono onorato di ricevere un riconoscimento dalla Sapienza, una delle università più prestigiose del mio Paese di origine.

Io sono un italo-americano di seconda generazione e i miei genitori sarebbero davvero orgogliosi" ha detto Fauci.

POLIMENI: FAUCI È SIMBOLO MESSA IN COMUNE CONOSCENZA - "Simbolo di questo conferimento è la messa in comune della conoscenza, la scienza ha dato la possibilità in poco tempo di produrre dei vaccini e il network scientifico e la comunità sono gli elementi da valorizzare. Anthony Fauci è uno scienziato straordinario che rappresenta questo simbolo, sia con il suo contributo alla ricerca sull'HIV che sul fronte pandemico" ha affermato Antonella Polimeni, rettrice della Sapienza.

DELLA ROCCA: DA FAUCI CONTRIBUTO A SALUTE DI TUTTI - "La ricerca e i risultati raggiunti in ambito clinico hanno fatto di Anthony Fauci una figura fondamentale in Medicina, attraverso due secoli, dando un contributo decisivo nella formazione delle politiche sanitarie nazionali e internazionali, affiancate all'integrità e ai principi delle migliori pratiche in Scienza e in Medicina. Da lui un impegno per la medicina e una dedizione per la salute di tutti gli esseri umani". Così Carlo Della Rocca, preside della Facoltà di farmacia e medicina Sapienza.

SILVESTRI: FAUCI PILASTRO PER TUTTA COMUNITÀ SCIENTIFICA - "Considero Fauci un mio mentore e per decenni è stato e continua ad essere un pilastro della ricerca scientifica sull'HIV per tutta la comunità internazionale. Grazie Tony per tutto quello che stai facendo, per entrambe i nostri paesi, per tutti i pazienti che hai aiutato con la tua ricerca e per la tua umanità" sono state invece le parole di Guido Silvestri, ordinario di Patologia alla Emory University di Atlanta, Georgia, negli Stati Uniti.

(Red)

Content Original Link:

http://direnl.dire.it/odm/anno/2022/gennaio/13/?news=N07