Nel link sottostante, sono contenuti gli elenchi  denominati rispettivamente "Autorizzazione all'importazione di medicinali", "Ritiri dal commercio", "Revoca su Rinuncia" e "Ricommercializzazioni" sono riportati i farmaci oggetto di provvedimenti dell'Agenzia Italiana del Farmaco - AIFA dal 22 marzo 2018 al 20 agosto 2018 volti  a definire le modalità di importazione dall'estero, di ritiro dal commercio, di revoca su rinuncia di alcuni medicinali e di ricommercializzazione.

Elenchi.

Di seguito si allega la comunicazione della Regione all'Ordine, con la quale veniva trasmesso il Decreto Regionale U00285 del 13 luglio 2018, inerente "Indicatori di appropriatezza farmaceutica regionali".

Comunicazione della Regione all'Ordine.

Decreto U00285 del 13 luglio 2018.

Si segnala che sulla Gazzetta Ufficiale n.209 del 8-9-2018 è stato pubblicato il provvedimento Decreto Legislativo 10 agosto 2018, n. 104 recante “Attuazione della direttiva (UE) 2017/853 del Parlamento europeo e del Consiglio, del 17 maggio 2017, che modifica la direttiva 91/477/CEE del Consiglio, relativa al controllo dell’acquisizione e della detenzione di armi” - Vigente al: 14-9-2018. 

Di seguito si riportano alcune disposizioni di interesse per la professione medica. 

L’art. 3, comma 1, alla lettera d), reca modifiche all’art. 38, comma 4, del testo unico delle leggi di pubblica sicurezza (TULPS) di cui al R.D. 18 giugno 1931, n. 773, prevedendo la riduzione da sei a cinque anni della durata della certificazione medica per chi detenga armi comuni da sparo, ad eccezione dei collezionisti di armi antiche, e salvo che il detentore sia in possesso di licenza di porto d’armi. 

L’articolo 12 reca le disposizioni transitorie e finali. Il comma 2 stabilisce, con previsione di carattere transitorio, che, fino all’adozione di uno specifico decreto regolamentare (previsto dall’articolo 6, comma 2 del decreto legislativo n. 204 del 2010), avente ad oggetto le modalità di accertamento dei requisiti psico-fisici per l’idoneità all’acquisizione, alla detenzione ed al conseguimento di qualunque licenza di porto delle armi nonché al rilascio del nulla osta all’acquisto, i detentori di armi da sparo debbano produrre un certificato medico rilasciato dal settore medico legale delle Aziende sanitarie locali, o da un medico militare, della Polizia di Stato o del Corpo nazionale dei vigili del fuoco, dal quale risulti che il richiedente non è affetto da malattie mentali oppure da vizi che ne diminuiscano, anche temporaneamente, la capacità di intendere e di volere.Questa disposizione si correla alla disposizione sopraccitata recata dall’articolo 3, comma 1, lettera d), del decreto legislativo. 

In merito alla formulazione della norma transitoria di cui al comma 2 dell’articolo 12, si rileva come essa preveda che il certificato medico debba limitarsi ad affermare che il soggetto interessato non è affetto da malattie mentali oppure da vizi che ne diminuiscano, anche temporaneamente, la capacità di intendere e di volere, non riprendendo invece quella parte dell’articolo 35, comma 7, del TULPS (cui rinvia l’art. 38, comma 4, del medesimo TULPS), laddove si prevede che il certificato debba anche attestare che il soggetto “non risulti assumere, anche occasionalmente, sostanze stupefacenti o psicotrope ovvero abusare di alcool”. 

Inoltre, ai sensi dell’articolo 14, comma 3, del decreto, l’obbligo di presentazione della certificazione medica di cui all’art. 38, comma 4, del TULPS è assolto entro 12 mesi dalla data di entrata in vigore del decreto legislativo. Si sottolinea che viene invece mantenuta la vigente previsione secondo la quale la mancata presentazione del certificato medico autorizza il Prefetto a vietare la detenzione delle armi denunciate, ai sensi dell’articolo 39 deI TULPS.

(Comunicazione n. 87 della FNOMCEO)

L’Accademia Lancisiana, in applicazione del comma a) dell’Art. 2 dello Statuto “incentivare la ricerca scientifica e contribuire al perfezionamento della pratica professionale dei medici”, per l’Anno Accademico 2017-2018 istituisce 5 premi onorifici rivolti a neolaureati delle Facoltà di Medicina e Chirurgia delle Università romane (Sapienza e Polo satellite Latina, Tor Vergata, Campus Bio-Medico, Università Cattolica del Sacro Cuore di Roma) che siano autori di Tesi di Laurea di particolare rilievo, conseguite nel medesimo Anno Accademico, sia per la Laurea Magistrale in Medicina e Chirurgia sia per le Lauree Magistrali in Discipline Sanitarie. Il premio consisterà nella consegna di un attestato in pergamena, nella possibilità di esporre le tesi in una Seduta dedicata della Accademia Lancisiana, nella iscrizione gratuita per 3 anni come Socio alla Accademia Lancisiana, nella pubblicazione di un sunto della Tesi sulla Rivista “Atti della Accademia Lancisiana”.

Le domande di partecipazione al presente bando dovranno essere presentate tramite il modulo in allegato e inviate insieme al testo della Tesi di Laurea e al Certificato di Laurea entro le ore 12,00 del 31/12/2018 a mezzo posta elettronica. Una apposita Commissione nominata dal Consiglio Direttivo della Accademia Lancisiana esaminerà le domande pervenute.

Si informa che sono in fase di recapito i solleciti di pagamento della tassa annuale 2018, già richiesta ad inizio anno tramite l’invio postale di un bollettino MAV, avente la consueta scadenza di versamento 28.02. Si evidenzia che il sollecito de quo   verrà notificato tramite PEC o raccomandata a.r. ed avrà scadenza di pagamento il 30.07.2018.

Privacy e Regolamento Europeo 2016/679

Di seguito troverete dei vademecum pratici e i moduli scaricabili relativi al consenso al trattamento dei dati e all'informativa da dare ai pazienti.

Vademecum per medici

Vademecum smart

Consenso al trattamento

Informativa (da sottoscrivere)

Informativa

Registro di attività dei Trattamenti  (per la versione excel, cliccare qui)

Per ulteriori informazioni e chiarimenti, scrivere a: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

[Tutti i documenti sono anche presenti nella sezione Modulistica del sito]

 

 

Si informa che nella giornata odierna, 26 febbraio 2018, l'Ordine rimarrà chiuso a causa dell'emergenza neve.

Sono passati soltanto 45 giorni dall’insediamento del nuovo Consiglio dell’Ordine provinciale di Roma dei Medici-Chirurghi e degli Odontoiatri ma già tante sono le cose fatte e quelle avviate. Per i nostri iscritti vogliamo allora fare già un primo bilancio, affinché siano costantemente informati e aggiornati sulla nostra attività e di quella della loro Casa professionale.

Dal scorso 2 gennaio come Presidente ho già potuto ricevere numerosi colleghi che hanno chiesto un incontro: con loro mi sono proficuamente confrontato sulle varie problematiche esposte e che la categoria ormai affronta tutti i giorni durante l’esercizio della professione.

Contemporaneamente, insieme a tutto il Consiglio, l’attività è stata focalizzata su quelle criticità organizzative e strutturali del nostro Ente.....TESTO COMPLETO

Il Direttore Regionale Vigili del Fuoco per il Lazio con Decreto n. 7 del 30/01/2018 ha approvato la graduatoria di merito assoluta relativa al Comando Provinciale dei Vigili del Fuoco di Roma, per l'anno 2018.

Decreto n. 7 del 30.01.2018 - Graduatoria di merito assoluta

Sul Bollettino Ufficiale della Regione Lazio n.97 del 05/12/2017 è pubblicata la Determinazione 27 novembre 2017, n. G16255

"Pubblicazione incarichi vacanti nelle attivita' di continuita' assistenziale ai sensi dell'articolo 63 dell'AccordoCollettivo Nazionale per la disciplina dei rapporti con i medici di medicina generale del 23 marzo 2005 e s. m. del 29 luglio 2009 e dell'8 luglio 2010, rilevazione al 1 settembre 2017."

Gli aspiranti al conferimento degli incarichi, devono presentare domanda alla Regione Lazio - Direzione Regionale Salute e Politiche Sociali - Area Risorse Umane - Via Rosa Raimondi Garibaldi, 7 - 00145 Roma .

Le domande devono essere trasmesse esclusivamente a mezzo di raccomandata postale con avviso di ricevimento entro il termine perentorio di quindici giorni decorrenti dal giorno successivo alla data di pubblicazione del presente avviso sul Bollettino Ufficiale della Regione, e si considerano prodotte in tempo utile solo se spedite entro il termine indicato. A tal fine fa fede il timbro a data dell’ufficio postale accettante.

Determinazione con modalità e termini presenzazione domande cliccare QUI

Sul Bollettino Ufficiale della Regione Lazio n.97 del 05/12/2017 è pubblicata la Determinazione 30 novembre 2017, n. G16532 "Concorso pubblico, per esami, per l'ammissione di n.70 medici al corso triennale di formazione specifica inmedicina generale 2017–2020", indetto con determinazioni regionali G04364 del 06/04/2017 e G09655dell'11/07/2017.

Approvazione della graduatoria regionale.

Tali graduatorie sono consultabili cliccando QUI

 

Disponibili sul sito internet dell'Ordine di Roma TRE EVENTI FAD frutto del lavoro della Commissione ECM e della Commissione Emergenza-Urgenza Extraospedaliera e del Consiglio, che vengono proposti al costo di 20,00 euro ciascuno.

1. Informatica per il Medico del 2000 - 10 crediti ECM;
2. In Scienza e Coscienza - 7 crediti ECM;
3. Gestione Emergenze/Urgenze cardiovascolari in ambulatorio - 10 crediti ECM.

3000 dei nostri colleghi ed iscritti potranno così usufruire ,ad un prezzo assolutamente contenuto, della FAD promossa dal Nostro Ordine su tematiche di alto impatto formativo” - evidenzia Cristina Patrizi, Responsabile della Formazione ECM dell'OMCeO Roma - il Consiglio e la Commissione ECM hanno creduto indispensabile favorire la più ampia partecipazione possibile , per consentire ad un grande numero di iscritti di assolvere il debito formativo ECM 2017 /2018 su Temi ed argomenti di grande interesse comune:
- Informatizzazione obblighi di privacy e tutti gli aspetti correlati alle nuove certificazioni e prescrizioni in modalità elettronica con specifici focus;
- Etica, bioetica e codice deontologico e le implicazioni in tema di responsabilità professionale;
- Gestione delle emergenze urgenze cardiovascolari in regime ambulatoriale, ossia in tutte le circostanze dove la criticità di un'acuzie può mettere il professionista e il paziente in una situazione di pericolo e serio impegno professionale.
I corsi sono già fruibili dal sito dell'Ordine di Roma sezione FAD tramite apposita registrazione.
Gli iscritti sono invitati a consultare con regolarità il sito dove possono trovare informazioni importanti e tutti gli aggiornamenti dell'OMCeO di Roma.

Si comunica che sul Bollettino Ufficiale della Regione Lazio n. 76 del 21/9/2017 è pubblicata la Determinazione 19 settembre 2017, n. G12666 afferente il concorso per l'ammissione al corso di formazione specifica in Medicina Generale 2017-2020 indetto con determinazioni regionali G04364 del 06/04/2017 e G09655 dell'11/07/2017. Elenco dei candidati ammessi alla prova concorsuale, degli esclusi e degli ammessi con riserva.

L'ultima pagina della determina di cui sopra contiene giorno, ora e modalità di svolgimento della prova di cui riportiamo il seguente stralcio: "OMISSIS prova di esame relativa al concorso per l’ammissione al corso di formazione specifica in medicina generale si svolgerà il giorno 25 ottobre 2017. A tal fine, i candidati che hanno proposto domanda alla Regione Lazio e che non siano esclusi dal concorso per effetto della determinazione del Direttore della Direzione Regionale Salute e Politiche Sociali pubblicata sul Bollettino Ufficiale contestualmente al presente avviso, dovranno presentarsi alle ore 7.00 del giorno 25 ottobre 2017 presso l’Ergife Palace Hotel, via Aurelia 617 – 619, Roma, muniti di idoneo documento di riconoscimento. I plichi ministeriali contenenti i questionari saranno aperti alle ore 10.00 OMISSIS"

il succitato elenco è accessibile cliccando QUI

Buone notizie per i medici competenti - quelli che collaborano alla valutazione dei rischi ed effettuano la sorveglianza sanitaria dei lavoratori - che, pur in regola con l'aggiornamento ECM, fossero stati cancellati dall'apposito elenco nazionale a seguito di omessa comunicazione dei crediti conseguiti. Ad affermarlo è una Circolare congiunta Ministero della Salute- Fnomceo che, tra gli altri punti, chiarisce che "per poter svolgere le funzioni di medico competente risulta necessario il possesso del titolo e del requisito dell'aggiornamento ECM, mentre non risulta parimenti indispensabile la presenza in elenco, stante la funzione riepilogativa e non abilitativa dello stesso".

La vicenda nasce da lontano, e precisamente con il Decreto Legislativo 81 del 2008 che, all'articolo 38, dispone che per svolgere le funzioni di medico competente è necessario partecipare al programma di Educazione continua in Medicina, conseguendo almeno il 70% dei crediti necessari nella disciplina "medicina del lavoro e sicurezza degli ambienti di lavoro". Solo i medici in regola con l'aggiornamento possono iscriversi all'Elenco nazionale dei medici competenti. Di qui un lungo avvicendamento di cancellazioni da parte del Ministero, riammissioni, proroghe per mettersi in regola, ma anche molte questioni ancora aperte, alla quale la Circolare arriva ora a rispondere.

Per quanto riguarda il fabbisogno di crediti ECM, Ministero e FNOMCeO ricordano che, per completare i crediti dello scorso triennio, 2014-2016, i professionisti avranno ancora tempo sino alla fine del 2017. Persiste l'obbligo di comunicare il possesso del requisito formativo alla Direzione Generale Prevenzione Sanitaria (dall'1 gennaio 2017 sino al 15 gennaio 2018), pena la cancellazione dall'elenco. Per quanto riguarda il triennio in corso, il Ministero effettuerà controlli a campione per verificare la conformità della formazione, controlli che diventeranno sistematici a fine triennio.

Allegato