Come anticipato il 26 febbraio scorso, informiamo gli Iscritti che la Delibera della Giunta Regionale del Lazio n. 73 del 8 febbraio 2008, riguardante le linee guida propedeutiche al rilascio dell’autorizzazione all’esercizio dell’attività sanitaria, è stata pubblicata nel BURL n. 10 del 14 marzo 2008.

Il termine della presentazione delle domande è di 60 giorni dalla pubblicazione della delibera stessa.


In allegato il testo del BURL.

BUR Lazio
La Giunta Regionale del Lazio ha approvato con delibera n. 73 del 8 febbraio scorso, le linee guida propedeutiche al rilascio dell’autorizzazione all’esercizio dell’attività sanitaria.
Le linee guida sono frutto anche dell’attività del Gruppo di Lavoro costituito dopo l’incontro del 1 giugno 2007 tra l’Assessore alla Sanità ed il Presidente dell’Ordine di Roma.
L’approvazione di tali linee guida riapre anche i termini per la presentazione delle richieste di autorizzazione all’esercizio da parte dei medici ed odontoiatri, che non l’hanno in precedenza effettuata sulla base della normativa già adottata ai sensi della Legge Regionale n. 4 del 2003.
Il termine utile, quindi, per la presentazione delle domande, è di sessanta giorni dalla pubblicazione della Delibera sul Bollettino Ufficiale della Regione Lazio, che, stando a notizie ufficiose, dovrebbe essere effettuata il 14/3/08.
Gli interessati saranno tempestivamente avvisati di tale pubblicazione tramite avviso sul Sito dell’Ordine.
Pubblichiamo, in allegato, la Delibera di cui trattasi.

Delibera e Linee Guida
Si informa che sulla base di segnalazioni e lamentele di molti colleghi ed anche di cittadini, è stato effettuato dall’ Ordine un primo intervento nei confronti del Presidente della Regione per segnalare, chiedendo un concreto intervento, la situazione di pesante disagio determinatasi nelle strutture sanitarie, ospedaliere e territoriali, per il comportamento e le direttive emanate dall’ attuale Vertice Aziendale della Roma D.
Nell’ allegare copia dell’ intervento ed un ritaglio del quotidiano che ha dato ampio spazio alla questione, si invitano i colleghi che conoscono analoghe situazioni esistenti presso altre Aziende territoriali ed ospedaliere, a farne oggetto di apposita segnalazione, scritta o verbale, soprattutto in riferimento ad assegnazione di incarichi di Direzione di UOC e/o Dipartimenti a profili professionali non medici con sottoposti medici. (Ufficio Segreteria: tel. 06 44.17.12.98 E-Mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.)
Si assicura al riguardo, che l’ Ordine farà propria la segnalazione rispettando, ove richiesto, il più stretto riserbo sul nominativo dell’ esponente.

Documento

L'articolo 1, comma 69, della legge 27 dicembre 2006, n. 296 (legge finanziaria 2007) ha prorogato di un anno i tempi di applicazione del decreto bersani per quanto riguarda il divieto di effettuare pagamenti in contanti al di sopra dei cento euro ai professionisti.

Queste le originarie scadenze previste dal decreto Bersani (decreto legge 4 luglio 2006 n. 223 convertito dalla legge 4 agosto 2006 n. 248):

sino al 30 giugno 2007: max 1.000 euro.
dal 1° luglio 2007 al 30 giugno 2008: max 500 euro.
dal 1° luglio 2008: max 100 euro

Queste le nuove scadenze risultanti dall'entrata in vigore della legge finanziaria 2007:

Limiti massimi per i pagamenti in contanti ai professionisti:

Sino al 30 giugno 2008: 1.000 euro.
Dal 1º luglio 2008 al 30 giugno 2009: 500 euro.
Dal 1º luglio 2009: 100 euro.

In allegato una nota esplicativa del Dott. Antonello Giovannini Torelli sul nuovo regime fiscale che piccoli imprenditori e professionisti, che hanno particolari caratteristiche, possono adottare dal 2008.

Documento
Autorizzazioni all’esercizio di attività sanitaria (L.R. n.4 del 2003 e succ. mod. e integr.)

Si informano gli iscritti che, nonostante gli accordi intervenuti con l’Assessorato alla Sanità ed i successivi solleciti effettuati anche personalmente dal Presidente Dott. Mario FALCONI, a tutt’oggi non risulta sbloccata la situazione del rilascio delle autorizzazioni in oggetto, in particolare per chi inizia l’attività o per trasferimento della stessa.
Pertanto, poiché i diritti dei singoli medici ed odontoiatri potranno essere tutelati direttamente dagli interessati, è stata predisposta la bozza di lettera che ognuno potrà inviare, sia per sollecitare l’adozione di un provvedimento della Regione, sia per porre le premesse delle azioni giudiziarie preannunciate nella nota stessa.
Si ritiene anche che il massiccio invio di lettere potrebbe dar luogo, con la contemporanea azione dell’Ordine, all’adozione di un provvedimento di massima che consenta di dare inizio all’attività sanitaria richiesta, con riserva di emanazione del successivo atto definitivo, dopo i controlli e le verifiche previste.
Lo schema tipo di lettera è pubblicato in allegato.

Lettera

In allegato la risoluzione dell'Agenzia delle Entrate n. 369E del 13 dicembre scorso avente per oggetto: trattamento fiscale dell'associazione medica esercente la medicina di gruppo.

testo integrale
Il giorno 17 settembre si è tenuta l’ultima riunione della Commissione mista Regione – Ordine, relativa ai requisiti degli studi professionali medici ed odontoiatrici.
Nella riunione, a cui hanno partecipato l’Assessore Battaglia ed il Presidente Falconi, affiancato dal dott. Cortesini e dal dott. Cosi, è stato effettuato un nuovo confronto sulle diverse soluzioni e posizioni.
Sia pure in attesa della stesura del definitivo provvedimento della Giunta si può affermare che il pressante intervento dell’Ordine e la disponibilità dimostrata dalla Regione ed in particolare dall’Assessore, hanno portato a tangibili risultati tra cui da ultimo:
  1. le domande relative ad autorizzazioni per nuove attività seguiranno un canale parallelo e preferenziale all’esame di quelle relative a strutture e studi già operanti (circa 30.000) e non saranno, pertanto, tenute ferme;
  2. gli studi già in attività possono proseguirla fino al rilascio dell’autorizzazione all’esercizio e comunque, qualora necessario, fino alla scadenza dei termini che saranno previsti per l’adeguamento, così come determinati dal provvedimento di cui al comma 3 dell’art. 20 della L. R. n. 4/2003;
  3. la Regione, per ciò che concerne il requisito dell’abitabilità, aderendo alle richieste dell’Ordine, sta definendo un accordo con il Comune di Roma, affinché nei casi in cui non risulti già esistente si possa tener conto della domanda presentata ai fini del rilascio di una autorizzazione provvisoria.
Seguiranno ulteriori notizie appena possibile.

Istituita la Conferenza Permanente dei Presidenti degli Ordini del Lazio

Il 30 agosto 2007 si sono riuniti, presso la sede dell’Ordine di Roma, i Presidenti degli Ordini dei Medici Chirurghi e Odontoiatri delle Provincie della Regione Lazio.
All’unanimità, i cinque Presidenti: Chiriacò (Rieti), Cristofori (Frosinone), Falconi (Roma), Lanzetti (Viterbo), Righetti (Latina), hanno convenuto di costituire la Conferenza permanente dei Presidenti degli Ordini del Lazio, con il fine principale di valutare concretamente la situazione di tutti gli Iscritti, nonché le diverse criticità e problematiche rilevabili nel settore dell’Assistenza Sanitaria. E’ stata, tra l’altro, data formale adesione alla manifestazione del 18 ottobre prossimo che si svolgerà al Cinema Capranica, decisa dal Consiglio Direttivo dell’Ordine di Roma, avente per tema: "Tutela della salute fra cattiva politica e medicina difensiva”, stabilendo di estendere agli Ordini di altre Regioni che avranno intenzione di partecipare

AVVISO AGLI ISCRITTI
PER LA TUTELA DELLA PROFESSIONE

Poiché diventa sempre più frequente l’occupazione di spazi esclusivamente medici ed odontoiatrici da parte di appartenenti ad altre professioni sanitarie, al fine di porre in essere ogni iniziativa possibile a difesa della categoria, si invitano tutti gli iscritti a segnalare dettagliatamente eventuali episodi di cui sono a conoscenza. Sarà cura dell’Ordine effettuare tutti gli interventi necessari affinchè, nel rispetto di ogni professione, nonché della salute dei cittadini, venga fatta cessare qualsiasi attività riservata dalla vigente normativa ai medici ed agli odontoiatri.

Le segnalazioni vanno inviate ai seguenti indirizzi:

per posta: Segreteria Ordine Provinciale di Roma dei Medici chirurghi e degli Odontoiatri
Via G.B. De Rossi, 9 – 00161 Roma
per email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
per fax: 06.44.23.46.65

Prosegue il lavoro della Commissione Regione-Ordine con un ulteriore incontro che si è tenuto nella mattinata odierna presso la Regione Lazio tra l’Assessore Battaglia, il Presidente Falconi e il Presidente CAO Cortesini.

La riunione è stata proficua ai fini della predisposizione del documento conclusivo che, come concordato, sarà definito entro la scadenza prefissata del 15 settembre.

La delegazione dell’Ordine incontrerà nuovamente l’Assessore nei primi giorni di settembre.

Il Consiglio Direttivo, con propria riunione del 19/6/2007, ha approvato le "Direttive per l'autorizzazione della pubblicità e dell'informazione su Siti Internet e per l'uso della posta elettronica per motivi clinici".
Le linee guida possono essere visionate direttamente nel Documento contenente gli atti ed il relativo Regolamento.

Documento
In mattinata si è tenuta la seconda riunione della Commissione Regione – Ordine cui è intervenuto anche l’Assessore Battaglia.

Il Presidente Falconi e il Presidente CAO Cortesini, dopo aver valutato anche le deliberazioni adottate nella stessa materia da altre Regioni, hanno formulato alcune concrete proposte per l’adozione del provvedimento regionale che identifichi i reali destinatari della norma e la documentazione da inviare per il rilascio dell’autorizzazione.

Nel confronto che è seguito con i rappresentanti regionali, certamente da considerare positivo per la disponibilità dimostrata, sono state tracciate alcune indicazioni, che saranno vagliate anche dalla Commissione Sanità della Regione e sulle quali ci sarà un successivo confronto, presumibilmente entro i primi giorni del mese di agosto.

In ogni caso, comunque, la problematica sarà definita entro il termine già fissato al 15 settembre 2007.