Una figura professionale improntata al rapporto personale, oggi spesso rimpianta

IL MEDICO CONDOTTO, TRA STORIA DEL PAESE E SPIRITO DI MISSIONE: DUE VOLUMI NE RACCONTANO L’OPERA PRIMA E DOPO L’UNITA D’ITALIA

La presentazione a Palazzo San Macuto, interveranno Ferruccio Fazio e Mario Falconi


Giovedì 13 novembre 2008, alle ore 16,00, a Roma presso la Camera dei Deputati-Sala del Refettorio a Palazzo San Macuto (Via del Seminario 76) sarà presentata l’opera in due volumi “Il medico condotto, storia dell’assistenza sul territorio prima e dopo l’unità d’Italia”, realizzata da Antonio Molfese ed edita dal CIRM-Centro Internazionale Radiomedico di Roma.

Insieme all’autore, interverranno il Sottosegretario di Stato Ferruccio Fazio, il Presidente dell’Ordine provinciale dei Medici-Chirurghi e Odontoiatri di Roma, Mario Falconi, il Presidente del CIRM, Agostino Di Donna, il Presidente della Feder. SPEV (Federazione Nazionale Sanitari Pensionati e Vedove), Eumenio Miscetti. Coordinerà gli interventi il giornalista Luciano Lombardi.

Il medico condotto ha rappresentato per intere generazioni l’artefice di ogni azione tesa a soccorrere un infortunato o una persona ammalata: limitato nel suo sapere, spesso si avvaleva del consulto con specialisti ma nell’urgenza era in grado di affrontare qualsiasi situazione, anche la più difficile. Molfese ha raccontato la trasformazione che la Sanità, intesa come assistenza e cura del malato, ha avuto dal 1860 in poi, con i relativi eventi sociali che a cavallo tra due secoli hanno caratterizzato la vita degli italiani. I due volumi, partendo dagli albori della condotta medica ne illustrano la sua evoluzione professionale e l’organizzazione sanitaria sul territorio nel quale il medico condotto svolgeva la propria attività, soffermandosi su alcune figure emblematiche di questa categoria. L’opera è arricchita da memorie degli ultimi medici condotti, ormai a riposo, e viene fornita una panoramica delle malattie prevalenti dall’Unità d’Italia in poi, con una vasta iconografia di farmaci dell’epoca; la completa una raccolta dei consulti medici epistolari tra il 1890 ed il 1930, intercorsi tra alcuni medici della Basilicata e professori dell’Università di Napoli.

Antonio Molfese è ginecologo urologo, medico legale e medico di bordo; figlio del medico condotto di S. Arcangelo (PZ), paese agricolo della Basilicata, è stato spettatore del passaggio dall'assistenza sanitaria medica differenziata (gratuita e a pagamento) all’assistenza estesa a tutta la popolazione con l'avvento delle mutue.

Roma, 9 novembre 2008



Allegato
L'Ordine di Roma sollecita il Direttore Generale dell'Azienda Ospedaliera San Camillo Forlanini a fornire risposte ai chiarimenti richiesti per l'incarico di "consulenza" affidata per la specialità di chirurgia generale

.... continua in allegato
Con la circolare in oggetto (vedi link superiore) sono state diramate interessanti direttive per l'applicazione della recente normativa riguardante il collocamento a riposo dei dipendenti pubblici.

Di particolare interesse è quanto indicato per l'applicazinoe del comma 11 dell'art. 72 del Decreto convertito nella legge n. 133/2008, circa i criteri da seguire per disporre il collocamento a riposo del personale con 40 anni di versamenti contributivi utili a pensione.

Se ne consigla l'esame a tutti gli iscritti interessati

Circolare Presidenza Consiglio dei Ministri



Il Presidente dell’OMCeO, Mario Falconi ha avuto il giorno 5 novembre u.s., un incontro con i rappresentanti dell’AIOP, dell’ARIS, della Federlazio, dell’ANISAP e dell’URSAP Federlazio, con i quali sono stati esaminati i più importanti aspetti dei recenti provvedimenti sanitari adottati dalla Regione Lazio.

Dall’incontro è emersa una generale preoccupazione per i pesanti riflessi sulla qualità delle prestazioni ai cittadini, e per l’occupazione dei medici e più in generale di tutte le categorie di lavoratori operanti sia direttamente che indirettamente per le strutture rappresentate.

Il Presidente dell’OMCeO ha avuto mandato di richiedere un incontro urgente con il Presidente della Regione, per poter riferire in merito alla riunione tenutasi nella sede dell’Ordine e verificare anche la percorribilità di ogni possibile ipotesi di soluzione, da concordarsi, come conseguenza della difficile situazione determinatasi con i provvedimenti regionali.

Roma, 6 novembre 2008

Sono di recente pervenute notizie da parte di iscritti che, a seguito di ispezioni del N.A.S., sono stati disposti provvedimenti di chiusura di studi, anche per la mancanza di preventiva autorizzazione per l’apertura della struttura specialistica interessata.
A prescindere, ovviamente, da provvedimenti di carattere particolare, riguardanti altre inadempienze, va precisato che, anche grazie ai ripetuti interventi dell’Ordine presso la Regione Lazio, i medici e gli odontoiatri possono aprire il proprio studio, mediante invio alla Regione di un atto di notorietà con il quale il professionista dichiara che lo studio risponde ai requisiti minimi di cui all’art. 5, comma 1, lett. a) della legge n. 4 del 2003.
Risulta, infatti, modificato con l’art.1, comma 77, della legge regionale 11.08.2008 n. 14 recante “Assestamento del Bilancio annuale e pluriennale 2008/10 della Regione Lazio” (pubblicata sul B.U.R.L. 14.08.2008 S.O. n. 98 al B.U.R.L. n. 30 del 14.08.2008), l’art. 5 della legge n. 4 del 2003, con la previsione della predetta semplificazione, più volte richiesta dall’Ordine.
Ai fini, comunque, di dirimere eventuali aspetti contrastanti delle procedure di cui trattasi, è stato sollecitato un nuovo incontro con i vertici regionali e con il Comando del N.A.S.
Bandito dall'Ordine dei medici ed Odontoiatri di Aosta.
Scadenza 31/12/2008

Regolamento
Per l¹a.a. 2008/09, nell¹ambito del Master in Etica pratica e bioetica, sono banditi i premi di studio «Renata e Fulvio Fumi». I premi, in numero di 4 dell¹importo di euro 2.500 ciascuno, saranno assegnati fra i laureati in medicina e chirurgia che presenteranno domanda di ammissione al Master per l¹a.a. 2008/09 e che si impegneranno a elaborare una dissertazione finale sui temi etici delle scelte di fine vita. I premi saranno erogati come rimborso della quota di iscrizione. Il Master, promosso dalle Facoltà di Filosofia e di Scienze Matematiche Fisiche e Naturali, è diretto dal Prof. Eugenio Lecaldano.

Ulteriori informazioni in allegato.

Allegato
Giudizio critico sulla proposta di modifica dell’art. 35 sel Dlgs 286/98

IMMIGRATI IRREGOLARI E TUTELA DELLA SALUTE:
“NON COSTRINGETE I MEDICI ALLA DISOBBEDIENZA CIVILE”


Preoccupazione dell’Ordine di Roma per le conseguenze in campo sociale ed economico

“Siamo fortemente preoccupati delle proposte avanzate da alcuni senatori in sede di esame del Ddl 733 sull’immigrazione per modificare l’attuale art. 35 del D.Lgs 286/98.” Ad affermarlo è l’Ordine provinciale dei Medici-Chirurghi e Odontoiatri di Roma.

....(continua in allegato)
A seguito delle elezioni per il rinnovo degli Organi Istituzionali dell’Ordine, tenutesi nei giorni 10-11-12 ottobre 2008, si comunica la composizione del Consiglio Direttivo, della Commissione Odontoiatri e del Collegio dei Revisori dei Conti, nel documento in allegato.

Allegato
l'Università degli Studi di Perugia-Facoltà di economia e l'ONAOSI, al fine di contribuire alla formazione di giovani laureati, rinnovano per l'anno accademico 2008/2009, la IV edizione del Master in Economia e Management Aziendale.
Il bando ed il modello di domanda sono pubblicati sul sito dell'ONAOSI http://www.onaosi.it/studenti/studenti.htm

Depliant master
Articolo di Barbara Gobbi sull'indagine dell’Ordine di Roma sulle reazioni dei camici bianchi al boom delle denunce

Sole 24ore
Ancora pubblicati i dati della ricerca dell’Ordine sulla “Medicina difensiva”. Panorama della Sanità nel n. 37 del 6 ottobre u.s. riporta integralmente l’indagine che seguita ad essere portata all’attenzione dei cittadini e degli operatori della sanità. Di seguito “La ricerca in sintesi”

Panorama Sanità
Riportiamo, in allegato, l'articolo di Andrea Ferrario apparso sul Sole 24 ore di oggi in merito alla "medicina difensiva"

Sole 24ore - 7 ottobre
In allegato il modello di dichiarazione sostitutiva da presentare alla Regione Lazio così come previsto dall'art. 38, comma 2 del dlgs. 81/08 "Attuazione dell'articolo 1 della legge 3 agosto 2007, n. 123, in materia di tutela della salute e della sicurezza nei luoghi di lavoro" (pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n. 101 del 30 aprile 2008 - Supplemento Ordinario n. 108) e qui di seguito riportato.

Sezione V
SORVEGLIANZA SANITARIA
Art. 38.Titoli e requisiti del medico competente
1. OMISSIS
2. I medici in possesso dei titoli di cui al comma 1, lettera d), sono tenuti a frequentare appositi percorsi formativi universitari da definire con apposito decreto del Ministero dell'università e della ricerca di concerto con il Ministero della salute. I soggetti di cui al precedente periodo i quali, alla data di entrata in vigore del presente decreto, svolgano le attività di medico competente o dimostrino di avere svolto tali attività per almeno un anno nell'arco dei tre anni anteriori all'entrata in vigore del presente decreto legislativo, sono abilitati a svolgere le medesime funzioni. A tal fine sono tenuti a produrre alla Regione attestazione del datore di lavoro comprovante l'espletamento di tale attività.
OMISSIS

modello dichiarazione