SANITÀ, SOLO UN MEDICO PUÒ DIRIGERE UN'UNITÀ OPERATIVA COMPLESSA: RESPINTO IL RICORSO AVANZATO DELL'ORDINE DEGLI PSICOLOGI

 

Lo ha stabilito il Consiglio di Stato, riformando la sentenza del TAR Lazio

 

Lala: "Pronuncia fondamentale, a tutela della salute del paziente"

 

Dopo circa otto anni di contenzioso amministrativo, il Consiglio di Stato ha stabilito in via definitiva che soltanto un medico è abilitato a dirigere un'Unità Operativa Complessa (UOC) di una ASL. Una sentenza che trova piena soddisfazione da parte dell'Ordine provinciale dei Medici-Chirurghi e degli Odontoiatri di Roma ... continua

Questa mattina presso la Regione Lazio, è sottoscritto dal Governatore Nicola Zingaretti e dai presidenti degli Ordini dei Medici-Chirurghi e degli Odontoiatri (OMCeO) di tutte le cinque province laziali, il protocollo d'intesa contro l'abusivismo e il prestanomismo sanitario: tra questi, primo firmatario l'Ordine di Roma, promotore dell'iniziativa.

L'abusivismo sanitario è un reato penale previsto dall'art. 348 c.p. L'accordo avvia un'importante collaborazione tra l'Ente regionale e gli enti ordinistici provinciali dei camici bianchi che svolgono istituzionalmente una funzione di tutela della salute dei cittadini. L'intesa intende avvalersi anche della collaborazione delle pubbliche amministrazioni di province e comuni, del Ministero dell'Interno, delle prefetture e della Guardia di Finanza.

 

Comunicato stampa

 

L'Ordine provinciale di Roma dei Medici-Chirurghi e degli Odontoiatri ha effettuato una nuova ricognizione nei Pronto Soccorso della Capitale per verificare le situazioni più critiche. Ieri è stata la volta di quello dell'Ospedale Sant'Andrea. Durante la visita una delegazione dell'Ordine, guidata dal presidente Roberto Lala, si è intrattenuta a lungo prima con i responsabili e il personale addetto poi con il direttore generale del nosocomio, Maria Paola Corradi. E' stata riscontrata una situazione di grave sovraffollamento di pazienti in attesa e in barella, con un carico di lavoro insostenibile per medici ed infermieri.

 

"E' un'emergenza nell'emergenza – è la preoccupante sintesi di Lala – che non può perdurare. Non è da paese civile. Non è soltanto una questione di dignità della persona bisognosa di cure immediate ma anche un rischio concreto per la sicurezza dei pazienti e del personale. Personale che ho trovato esasperato per le condizioni in cui deve lavorare e che minano la capacità di attenzione e diagnosi."

 

A tale proposito l'Ordine ha accolto molto positivamente la nota del Direttore Regionale Salute e Integrazione Sociosanitaria, Flori Degrassi che, per la prima volta, sollecita (entro il 31 dicembre 2013) puntuali relazioni sulle singole situazioni, chiamando in causa tutte la strutture, con il fine di promuovere precisi "interventi finalizzati al contrasto del sovraffollamento dei PS/DEA". "Una novità assoluta e un passo della Regione di grande importanza: se intenti e tempi saranno mantenuti, potrà imprimere una svolta generale a una situazione patologica", ha commentato Lala. Un giudizio condiviso anche da Massimo Magnanti, responsabile della Commissione Emergenza-Urgenza dell'Ordine capitolino.

 

In allegato il comunicato stampa completo.

Di seguito il comunicato dell'Ordine provinciale di Roma dei Medici-Chirurghi e degli Odontoiatri sul rilascio delle autorizzazioni agli studi dei Medici di medicina generale e Pediatri di libera scelta

comunicato omceo roma su studi medici 7novembre.pdf

Di seguito il comunicato dell'Ordine provinciale di Roma dei Medici-Chirurghi e degli Odontoiatri che ieri sera ha dedicato la riunione del Consiglio direttivo, la prima dopo la pausa estiva, al ricordo delle due colleghe uccise nei giorni scorsi a Bari e a Bergamo: Paola Labriola ed Eleonora Cantamessa.

Di seguito il comunicato dell'Ordine provinciale di Roma dei Medici-Chirurghi e degli Odontoiatri sul tema dell'assicurazione professionale per i camici bianchi, alla luce dell'emendamento del Governo che ha proposto un rinvio della data inizialmente prevista al 13 agosto prossimo per l'entrata in vigore.

"Anche se il provvedimento deve ancora completare il suo iter parlamentare, prendiamo atto dell'attenzione e della sensibilità dimostrata dall'Esecutivo su questo delicato tema", commenta il presidente, Roberto Lala, che nei giorni scorsi si era rivolto direttamente al Ministro della Salute, Beatrice Lorenzin per unirsi alla richiesta di uno slittamento della data e per proporre alcuni correttivi allo strumento assicurativo che l'Ordine capitolino ritiene indispensabili.

In allegato il comunicato dell'Ordine provinciale di Roma dei Medici-Chirurghi e degli Odontoiatri sul tema dell'assicurazione professionale per i camici bianchi. "E' inderogabile mettere un punto fermo e trovare una soluzione reale ed equilibrata a un problema che non è più sopportabile per i medici. Altrimenti si bloccherà tutto il sistema", afferma il presidente, Roberto Lala.

Di seguito il comunicato dell'Ordine provinciale di Roma dei Medici-Chirurghi e degli Odontoiatri in merito alla drastica riduzione delle viste fiscali decisa dall'INPS per il 2013: da 900.mila a 100mila. Il presidente Roberto Lala si è rivolto al presidente della FNOMECO, Amedeo Bianco, per chiedere l'intervento della Federazione in tutte  le sedi opportune al fine di tutelare i circa 1.000 medici fiscali a rischio di perdita del lavoro. Inoltre, vengono espressi dubbi circa la possibilità di ottenere reali  vantaggi economici da tale riduzione.

 

comunicato omceo su tagli visite fiscali.pdf

In allegato il comunicato dell’Ordine provinciale di Roma dei Medici-Chirurghi e degli Odontoiatri, con le dichiarazioni del presidente Roberto Lala, in merito all’aggressione subita ieri nella Capitale dal personale di un'ambulanza del 118 accorsa nel quartiere di San Basilio dopo una lite tra automobilisti che ha causato un morto e un ferito.
 

Sono anni che denunciamo in tutte le sedi la crescente aggressività nei confronti dei medici e del personale infermieristico, nei pronto soccorso come nei reparti di degenza”, ricorda Lala. “Adesso si è arrivati ad aggredire anche gli equipaggi delle ambulanze che tentano di salvare delle vite: professionisti che non fanno mai distinzione tra i feriti che si trovano a soccorrere, anche se tra loro c’è qualcuno che ha commesso reati. E’ assurdo, è inaccettabile. Non succede nemmeno nelle zone di guerra, dove ambulanze e barellieri sono rispettati dai combattenti”. 

comunicato.pdf

LALA: "TROVATI I CAPRI ESPIATORI MA LA RESPONSABILITÀ Ė DEL SISTEMA". Occorre un dibattito nazionale per rivedere le norme a tutela del detenuto-paziente.

 

Una sentenza che lascia più che perplessi: questo il primo commento di Roberto Lala, Presidente dell'Ordine provinciale di Roma dei Medici-Chirurghi e degli Odontoiatri, alla sentenza del processo per la morte di Stefano Cucchi...continua

In data odierna è stato diffuso il comunicato dell'Ordine provinciale di Roma dei Medici-Chirurghi e degli Odontoiatri in merito alle recenti sentenze della Corte d'Appello della Capitale con cui è stato riconosciuto il diritto al rimborso degli anni di specializzazione dei camici bianchi.

 

 

comunicato

 

Promosso dall'Ordine, siglato da Fimmg, Snami, Smi e Intesa Sindacale , PROTOCOLLO DI INTESA TRA MEDICI E POLIZIA LOCALE: NON PIÚ DI 60 EURO PER IL RILASCIO DEI CERTIFICATI AGLI AGENTI.

 

Agevolerà l'iter burocratico e il contenimento dei costi per il porto d'armi in servizio..

 

 

comunicato

Di seguito il comunicato sull'incontro tra Roberto Lala, presidente dell’Ordine provinciale di Roma dei Medici-Chirurghi e degli Odontoiatri il Governatore del Lazio Nicola Zingaretti.

  

Comunicato OMCeO Roma su incontro con zingaretti.pdf

Di seguito il comunicato dell’Ordine provinciale di Roma dei Medici-Chirurghi e degli Odontoiatri in merito alle attese dei pazienti con codici gialli e verdi nei pronto soccorso della Capitale, attese che recentemente un’associazione di consumatori ha denunciato come pretestuose e finalizzate a far desistere questi stessi pazienti dal recarsi negli ospedali.

 

comunicato omceo roma su attese nei pronto soccorso.pdf