Si rileva che sul sito del Sistema TS, della sezione Spese Sanitarie (https://sistemats1.sanita.finanze.it/portale/spese-sanitarie-faq), è stato segnalato che dal 1 giugno p.v. i documenti di spesa 2021 dovranno necessariamente comprendere i nuovi campi previsti nel tracciato del DM 19 ottobre 2020: “pagamentoTracciato, tipoDocumento, flagOpposizione, aliquotaIVA, naturaIVA”.

L’adozione del nuovo tracciato è di fatto in vigore già dal 1 gennaio 2021, tuttavia è stato previsto un progressivo adeguamento, accogliendo, con opportuna segnalazione, i documenti 2021 inviati con un formato non aggiornato.

È possibile consultare le specifiche tecniche al seguente link: https://sistemats1.sanita.finanze.it/portale/spese-sanitarie/documenti-especifiche-tecniche-strumenti-per-lo-sviluppo

Si ribadisce perciò che gli invii dal 1 giugno 2021 contenenti i dati delle spese pagate a partire dal 1 gennaio 2021 saranno oggetto di scarto se inviati con il vecchio tracciato.

Eventuali richieste di chiarimenti di natura tecnica potranno essere inviate Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. utilizzando l’oggetto “730 - Adeguamento nuovo tracciato” e lasciando il nominativo e un recapito telefonico di un referente tecnico.

Con la Comunicazione n. 100 la FNOMCeO ha trasmesso all'Ordine la Circolare Circolare Ministero della Salute 002016-06/05/2021-DGPRE-DGPRE-P e le due circolari ivi menzionate (n. 644 dell’08/01/2021 e n. 3787 del 31/01/2021) invitando adarne massima conoscenza.

Per consultare la Comunicazione della FNOMCeO cliccare qui.

Per consultare Le Circolari del Ministero della Salute cliccare qui.

Roma, 17 mag. - "Contrariamente a quanto comunicatoci in precedenza, spiace apprendere che l'eventuale accordo con la medicina generale per il loro pieno e necessario coinvolgimento nella campagna vaccinale non sia stato condiviso con tutte le componenti della categoria, in quanto non presentato, discusso e appunto condiviso nelle sedi opportune come previsto dalle norme vigenti". Lo ha fatto sapere in una nota il presidente dell'Ordine dei medici di Roma, Antonio Magi.

"Spiace doppiamente- ha proseguito- perche' circa una settimana fa lo stesso Ordine dei medici di Roma e provincia, in quanto organo sussidiario dello Stato, aveva chiesto un urgente incontro per poter dare il suo necessario contributo sulla vicenda organizzativa della campagna vaccinale del Lazio, rappresentando in toto la categoria medica e odontoiatrica".

Ha aggiunto quindi Magi: "Nella speranza che l'assessore D'Amato ci possa incontrare il prima possibile, ci auguriamo di mettere finalmente in campo tutte le forze per completare le vaccinazioni entro l'estate, sia della medicina generale ma anche delle altre categorie professionali (specialisti ambulatoriali, odontoiatri e specializzandi) firmatarie dell'accordo con il ministero della Salute e la Conferenza Stato-Regioni".

COMUNICATO STAMPA COMPLETO

E' stata pubblicata nel BURL n. 47 del 13 Maggio 2021 la Determinazione n. G05159 del 5 Maggio 2021 avente ad oggetto: "Procedura ai sensi dell'articolo 34 comma 17 bis del vigente Accordo Collettivo Nazionale per la disciplina dei rapporti con i medici di medicina generale per l'assegnazione degli incarichi residui di assistenza primaria di cui alla Determinazione n. G06596 del 5 giugno 2020 pubblicata sul BURL n. 75 supplemento n. 1 del 11 giugno 2020 e alla Determinazione di integrazione n. G08401 del 16 luglio 2020 pubblicata sul BURL n. 91 del 16 luglio 2020".

Per consultare la Determinazione cliccare qui.

L’Enpam ha dato il via libera al nuovo bando dell’anno 2021 per la concessione di mutui ipotecari ai propri iscritti.

La Fondazione intende in questo modo sostenere i giovani medici e odontoiatri interessati all’acquisto o alla ristrutturazione di una prima casa oppure di un’unità immobiliare da adibire a studio professionale.

Il mutuo può essere chiesto anche dagli iscritti riuniti in associazione o in società di professionisti, purché tutti i componenti abbiano i requisiti previsto dal bando.

Agli iscritti la cui richiesta di mutuo sarà accettata si applicherà un tasso di interesse pari all'1,7% annuo, comprensivo di tutte le spese. 

Sarà possibile chiedere fino a 300 mila euro, cifra che potrà servire a finanziare l’acquisto, la costruzione o la ristrutturazione dell’immobile fino all’80% del valore. 

Per la ristrutturazione il limite massimo è fissato invece in 150mila euro. 

Da notare che l’immobile deve trovarsi nel Comune dove si risiede o si svolge l’attività lavorativa principale e non deve appartenere alle categorie residenziali di lusso.

Possono presentare questa domanda di mutuo tutti i medici e gli odontoiatri che non hanno già finanziamenti o mutui pagati dalla Fondazione, che sono in regola con i versamenti, e non presentano una rateizzazione da regime sanzionatorio in corso. 

Inoltre, è richiesto almeno un anno d’iscrizione e di contribuzione effettiva.

Tra le altre condizioni da rispettare, non si dovrà aver ottenuto l’assegnazione o la locazione con patto di futura vendita e riscatto di un altro alloggio e non si dovrà essere proprietari di un altro immobile nel Comune dove si risiede o dove si svolge l’attività lavorativa principale

 

Si porta a conoscenza degli iscritti all'Ordine provinciale di Roma dei Medici Chirurghi e Odontoiatri la nota ricevuta dalla Fnomceo in merito alla circolare del ministero della Salute 009748-05/05/2021-DGPRE-DGPRE-P recante 'Trasmissione parere del Cts in merito alla estensione dell'intervallo tra le due dosi dei vaccini a mRNA e alla seconda dose del vaccino Vaxzevria'.

Per consultare la Comunicazione da parte della FNOMCeO cliccare qui.

Per consultare la Nota del Ministero della Salute cliccare qui.

Roma, 10 mag. - "I vaccini che abbiamo a disposizione sono tutti buoni, e io ritengo che la campagna vaccinale debba proseguire il piu' possibile, magari anche con degli 'Open day'. Ormai, infatti, siamo arrivati al punto che possiamo iniziare a somministrare dosi a gran parte delle persone che ancora non sono state vaccinate". Lo ha detto il presidente dell'Ordine dei medici di Roma, Antonio Magi, intervenuto su Radio Cusano Campus nella trasmissione 'Genetica Oggi' condotta da Andrea Lupoli.

"Potremmo iniziare a vaccinare anche negli ambulatori delle Asl- ha proseguito- magari chi va a fare una visita cardiologica potrebbe ricevere il vaccino, senza bisogno piu' di prenotare.

Oppure i medici di famiglia potrebbero vaccinare negli hub o nei propri studi. Userei in questo caso il Johnson & Johnson perche' e' monodose e quindi agevola la situazione".

L'Unione europea, intanto, non ha rinnovato il contratto con AstraZeneca. La decisione e' stata annunciata dopo che due settimane fa la Commissione Ue aveva fatto causa all'azienda farmaceutica per non aver rispettato il contratto sulle consegne delle dosi di vaccino. "In generale- ha commentato Magi- il problema su AstraZeneca e' la comunicazione che e' stata data, perche' ha messo in agitazione le persone. A questo si e' aggiunta la decisione dell'Europa, per cui non compreremo piu' quel vaccino, ma non lo faremo perche' non e' efficace, sia ben chiaro, bensi' perche' AstraZeneca non e' stata affidabile nella consegna delle dosi ordinate. Speriamo che ora altri vaccini vadano a compensare la carenza. Ma ripeto: i vaccini sono tutti sicuri e le persone devono sapere che cosi' evitano di arrivare a una sintomatologia grave, magari in terapia intensiva, rischiando di morire. Questo- ha chiosato- e' lo scopo di tutti i vaccini". BENE HUB IN ZONE VACANZA, ENTRO SETTEMBRE TUTTI IMMUNIZZATI - "Dobbiamo assolutamente, entro la fine dell'estate, al massimo entro settembre, aver vaccinato tutti. Dobbiamo ricominciare a vivere, l'economia deve ripartire" ha detto ancora Magi.

"Il problema sono le dosi vaccinali, ma come ha assicurato il generale Figliuolo ne arriveranno milioni in tempi molto brevi e la campagna vaccinale avra' un'accelerazione importante. Si parla addirittura di creare degli hub o dei punti vaccinali nelle zone di vacanza- ha concluso- proprio per agevolare chi deve vaccinarsi".

(Red)

Roma, 6 mag. - "È crollato tra gli operatori sanitari il numero dei positivi e questo senza dubbio dimostra l'importanza del vaccino. Lo stesso puo' dirsi di alcuni Paesi, come Israele e Inghilterra, dove una vaccinazione 'a tappeto' sulla popolazione ha dato i suoi frutti". Cosi' il presidente dell'Ordine dei medici di Roma, Antonio Magi.

"Il vaccino- aggiunge- e' sicuramente una delle vie di uscita fondamentali per superare questa emergenza, indipendentemente dalla tipologia di vaccino usato".

I NUOVI DECESSI TRA ANZIANI NON VACCINATI E SOGGETTI FRAGILI - "In questo momento i decessi causati dal Covid sono nella stragrande maggioranza anziani che non si sono vaccinati, pazienti fragili o con patologie croniche" dice poi Magi parlando della tipologia dei pazienti deceduti nelle ultime settimane per il Covid-19.

"Le morti di questi giorni- spiega Magi- sono quelle di persone che hanno contratto il virus magari un mese o 20 giorni fa. Adesso la situazione degli anziani, con l'avanzare delle vaccinazioni, e' migliorata. Come nel caso dei pazienti fragili o con patologie croniche. Ecco perche' ritengo importantissimo vaccinare il prima possibile queste persone- sottolinea- perche' sicuramente avremo un beneficio sia in termini di ricoveri sia di terapie intensive ma sia, soprattutto, di decessi".

Entro meta' maggio, intanto, anche il Lazio riaprira' le Rsa (Residenze sanitarie assistenziali) alle visite dei parenti. Ad annunciarlo e' stato ieri il presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti, durante la conferenza di presentazione degli effetti della campagna vaccinale sulla fascia over 80. "Sono d'accordo con questa riapertura- commenta Magi- certo e' che lo potremo fare solo nel momento in cui tutto il personale sanitario e tutti gli ospiti delle Rsa saranno immunizzati. E' importante, infatti, che questi incontri si svolgano nella massima sicurezza. Poi piano piano spero che si vaccineranno anche i parenti che vanno a fare visita".

(Cds/Dire)

Roma, 3 mag. - "Intorno alla fine di luglio, intanto, faremo tutti quanti un test sierologico per capire se siamo coperti o meno". Risponde cosi' il presidente dell'Ordine dei medici di Roma, Antonio Magi, in merito a una eventuale terza dose di vaccino anti-Covid come richiamo, ipotesi su cui sono al lavoro gli scienziati, che stanno monitorando la durata dell'immunita' dei vari vaccini in circolazione. Ognuno di quelli attualmente a disposizione in Italia e in Europa (quelli a Rna prodotti da Pfizer/BioNTech e da Moderna e i due a vettore virale prodotti da Astrazeneca e da Johnson & Johnson), come e' noto, prevedono tempistiche di somministrazione diverse e solo quello di J&J e' monodose.

"Al momento ancora non sappiamo quanto dura l'immunita' con il vaccino- spiega Magi- ma sicuramente sara' diversa da persona a persona. Lo stesso, d'altronde, accade per chi si ammala di Covid: ci sono persone che mantengono a lungo un dosaggio di anticorpi molto alto, altre invece che lo perdono rapidamente.

Pfizer per esempio garantisce un'immunita' di sei mesi, quindi al momento noi medici siamo ancora tutti quanti immunizzati.

Sicuramente, pero', questo e' un tema su cui gia' stiamo riflettendo perche' bisognera' iniziare a pensare, specialmente per gli operatori sanitari, a una copertura successiva al vaccino".

Pfizer e Moderna, intanto, stanno gia' lavorando a un 'aggiornamento' dei vaccini per le varianti, ma "sembra che siano tutte coperte, chi piu' e chi meno", conclude Magi.

(Cds/Dire)

Un assegno fino a 5mila euro per i medici e i dentisti che fanno libera professione contagiati da Covid-19.

È la nuova misura che la Fondazione Enpam ha introdotto per estendere ulteriormente gli aiuti messi in campo a seguito dell’emergenza sanitaria.

Il provvedimento deliberato dal Consiglio di amministrazione dell’Enpam lo scorso dicembre, ha ricevuto il via libera dai Ministeri vigilanti e si può ora fare domanda.

Per visualizzare gli importi e i requisiti richiesti cliccare qui.

Roma, 26 apr. - "Bisognerebbe trovare la soluzione piu' semplice possibile, che dia piu' garanzie possibili di tranquillita' a studenti e insegnanti". Lo ha detto il presidente dell'Ordine dei medici di Roma, Antonio Magi, interpellato in merito al rientro nelle classi degli studenti dei liceali e all'idea dei tamponi salivari.

"Naturalmente e' necessario seguire le norme di distanziamento- prosegue Magi- tenere la mascherina e ora, visto che la stagione lo permette, magari fare le lezioni all'aperto. Mi rendo conto che non sarebbe cosi' facile, ma bisogna cercare di portare a termine quest'anno scolastico un po' disastrato...".

I test salivari possono essere davvero utili per monitorare il Covid tra i banchi? "Potrebbero essere utili- risponde Magi- ma aspettiamo di vedere i risultati di questa 'sperimentazione', bisogna vedere quanto siano efficaci o meno, quanti falsi negativi o falsi positivi possono dare. Diciamo che potrebbe essere un'area di test importante, per poi usarli su tutto il territorio nazionale".

Nel Lazio una prima sperimentazione sui test salivari e' stata fatta dallo Spallanzani di Roma, ma l'Istituto per le Malattie Infettive ha fatto sapere che tali test "non sono sufficientemente performanti". Secondo il presidente dei camici bianchi capitolini, ad ogni modo, i test salivari nelle scuole sarebbero "auspicabili perche' sicuramente meno invasivi e traumatici dei tamponi, soprattutto per bambini e ragazzi. Il tampone non e' una 'passeggiata di salute'- dice Magi- e sarebbe poco agevole farne uno ogni volta che si deve entrare a scuola. Certo e' che, con gli istituti aperti, sarebbe importantissimo avere un tracciamento di chi entra e chi esce", conclude.

(Cds/Dire)

Con la Comunicazione n. 88 del 23 Aprile 2021 la FNOMCeO ha trasmesso la Circolare del Ministero della Salute 0016722-21/04/2021-DGPRE-DGPRE-P recante “Aggiornamento vaccini disponibili contro SARS-CoV-2/COVID-19 e aggiornamento note informative del consenso” ed i relativi allegati.

Per consultare la Comunicazione della FNOMCeO cliccare qui.

Per consultare la Circolare del Ministero dell Salute cliccare qui.

Per consultare l'Allegato 1 cliccare qui.

Per consultare l'Allegato 2 cliccare qui.

Per consultare l'Allegato 3 cliccare qui.

Per consultare l'Allegato 4 cliccare qui.

Per consultare l'Allegato 5 cliccare qui.

Con la comunicazione n. 90 del 23 Aprile 2021 la FNOMCeO ha invitato tutti gli Ordini Provinciali a dare massima diffusione della nota ricevuta dal CO.Ge.A.P.S. nella quale si informano i professionisti sanitari della possibilità di accedere tramite SPID (Sistema Pubblico Identità Digitale) e/o CIE (Carta Identità Elettronica) all’area riservata del Consorzio.

Fino al 30 giugno p.v. per garantire la funzionalità del sistema, il Consorzio manterrà attiva l’attuale modalità di identificazione.

Alla data del 31 maggio p.v. saranno attivi l’APP e il nuovo portale WEB istituzionale CO.Ge.A.P.S.

Per visualizzare la comunicazione della FNOMCeO cliccare qui.

Per visualizzare la nota del CO.Ge.A.P.S cliccare qui.

E' stata pubblicata nel Supplemento n. 1 del BURL n.34 del 6 Aprile 2021 la Determinazione n. G03464 del 30 Marzo 2021, avente ad oggetto:"Pubblicazione incarichi vacanti nelle attività di continuità assistenziale ai sensi dell'articolo 63 dell'Accordo Collettivo Nazionale per la disciplina dei rapporti con i medici di medicina generale del 23 marzo 2005 es.m.i. del 29 luglio 2009, dell'8 luglio 2010, del 21 giugno 2018 e del 18 giugno 2020 - rilevazione anno 2021".

Per visualizzare le zone carenti e la relativa Determinazione cliccare qui.