Lo scorso 25 novembre è entrata in vigore la legge 161/2014 recante "Disposizioni per l’adempimento degli obblighi derivanti dall’appartenenza dell’Italia all’Unione europea – Legge europea 2013-bis". Tale Legge, che riguarda numerosi temi per i quali l’Italia si adegua ai dettami europei, all’articolo 14 comma 1 stabilisce che: "Decorsi dodici mesi dalla data di entrata in vigore della presente legge, sono abrogati il comma 13 dell’articolo 41 del decreto legge 25 giugno 2008, n. 112, convertito, con modificazioni, dalla legge 6 agosto 2008, n. 133, e il comma 6 bis dell’articolo 17 del decreto legislativo 8 aprile 2003 n. 66, vale a dire quelle norme che avevano consentito di derogare sia la durata massima di 48 ore dell'orario settimanale di lavoro, per il solo personale sanitario dirigente del SSN pubblico, che, per tutto il ruolo sanitario, il riposo giornaliero di 11 ore nelle 24 ore tra un turno e l’altro.

La legge 161 concedeva un anno di tempo alle Regioni per ridefinire il lavoro nei rispettivi servizi sanitari sia “attraverso una più efficiente allocazione delle risorse umane disponibili sulla base della legislazione vigente” che con “appositi processi di riorganizzazione e razionalizzazione delle strutture e dei servizi dei propri enti sanitari”.

Tutto ciò non è accaduto e abbiamo superato il 25 novembre tra dubbi, incertezze e trattative tardive.

L’Ordine Provinciale di Roma dei Medici chirurghi e degli Odontoiatri prova a fare chiarezza su un tema così scottante per rispondere alle numerose richieste di precisazioni e informazioni dei propri iscritti, con un incontro sul tema organizzato per giovedì il 17 dicembre dalle ore 10:30 alle ore 13:30 presso la sede di via G.B. De Rossi.

L'evento è gratuito e per accreditarsi è preferibile comunicare il proprio nominativo alla Segreteria Medici.

 

PROGRAMMA EVENTO

Si informano gli iscritti che l'Ordine ha attivato un ulteriore convenzione, di natura non esclusiva, con la società Cepa S.r.l.. per il servizio di fatturazione elettronica che si ricorda è obbligatoria dal 31.03.2015 nei rapporti dei professionisti con la Pubblica Ammministrazione.

 

CONVENZIONE

Istituto Superiore di Sanità: coperture vaccinali in calo, fenomeno preoccupante che può diventare drammatico
Urgente l’approvazione del nuovo Piano Nazionale per la Prevenzione Vaccinale

DICHIARAZIONE DEL PRESIDENTE DELL’ISS WALTER RICCIARDI

La copertura vaccinale nel nostro Paese è al limite della soglia di sicurezza e diventa ormai improcrastinabile l’approvazione del nuovo Piano Nazionale per la Prevenzione Vaccinale proposto da Ministero della Salute, Consiglio Superiore di Sanità, Istituto Superiore di Sanità ed Agenzia Italiana del Farmaco al Tavolo di coordinamento per la prevenzione delle Regioni italiane....

 

TESTO COMPLETO

SCHEDA CONTROLLI ISS VACCINI FLU

STUDI SUI VACCINI

 

"Caro Collega,
Le vicende legate al terrorismo ci hanno turbato, ma mai come oggi hanno ancora di più rinforzato il nostro impegno e la nostra determinazione nel continuare una battaglia di civiltà per il diritto di accesso alle cure, per il diritto di avere pari opportunità su tutto il territorio nazionale, per il diritto di preservare un SSN che è sempre più allo stremo nella sua risorsa fondamentale: i professionisti della salute. Questo è un impegno per la Democrazia, i Medici devono essere in prima fila per questa battaglia dei Diritti ma esiste anche il versante dei Doveri ed oggi Ti chiedo la Partecipazione e la Responsabilità; Partecipazione nel condividere con la Professione il percorso che la FNOMCeO sta svolgendo, Responsabilità nell’assumere come Cittadino e come Professionista un ruolo di mediazione e di corretta comunicazione nei confronti della popolazione. Ognuno di noi, nella quotidianità del proprio lavoro, può tentare di ricomporre il puzzle di un Paese che ha bisogno anche dei Medici per tenere unito il suo tessuto sociale.

Ti aspetto a Roma il 28 novembre in Piazza SS Apostoli."

Roberta Chersevani

 

PROGRAMMA EVENTO

 

loc a4 28nov2015 web

Si pubblica in allegato la Risoluzione n. 88/E dell'Agenzia delle Entrate relativa all'interpello sul tema di cui in oggetto e concernente l’interpretazione dell’art. 1, comma 209, della L. n. 244 del 2007. 

 

RISOLUZIONE N. 88/E

La graduatoria relativa al concorso di ammissione al Corso di Formazione specifica in medicina generale 2015 - 2018 è pubblicata nel Bollettino Ufficiale della Regione Lazio n. 83 del 15 ottobre 2015. 

graduatoria ammissione 2015_2018.pdf

Il Comitato Consultivo Zonale di Roma e Provincia ha comunicato di avere approvato la Graduatoria provvisoria delle branche specialistiche valevole per l'anno 2016 - art. 21 lettera b) comma 8 dell'Accordo Collettivo Nazionale 23.03.2015 e s.m.i. (domande gennaio 2015).
 Tale graduatoria può essere consultata presso la sede del Comitato Zonale e presso la Portineria dell'Ordine.
Si fa presente che entro il 03 novembre 2015 gli interessati potranno inoltrare, mediante raccomandata A.R. indirizzata al Comitato Zonale, istanza motivata di riesame della loro posizioni in graduatoria.

 

Determinazione 29 settembre 2015, n. G11657
"Bando per la copertura delle zone carenti di assistenza primaria rilevate in data 01/09/2014 e riferite all'anno 2014, ai sensi degli articoli 33 e 34 dell'Accordo Collettivo Nazionale con i medici di medicina generale, sottoscritto in Conferenza Stato Regioni in data 23 marzo 2005 - testo integrato con l'ACN 29/7/2009".
Si rende noto a tutti gli interessati che la domanda di partecipazione deve essere spedita entro 15 giorni, decorrenti dal giorno successivo a quello di pubblicazione del presente avviso sul BUR Lazio citato

Sul BURL n. 76 del 22.09.2015 è stata pubblicata la Deliberazione n. 447 del 09.09.2015 avente per oggetto "Revoca della Dgr n. 73/2008 e della Dgr n. 368/2013. Definizione delle tipologie di studi medici e odontoiatrici non soggetti ad autorizzazione all'esercizio di attività sanitaria e sociosanitaria".

 

BURL

In allegato pubblichiamo la lettera del dott. Fabrizio Bozza, Delegato del Presidente C.A.O. dell'Ordine per la "Commissione prevenzione e cura dei tumori del cavo orale". A tale lettera segue l'elenco degli ambulatori per lo screening delle lesioni potenzialmente cancerose del cavo orale.

 

letteradrbozza.pdf

 

In data odierna è stato diffuso il comunicato dell’Ordine provinciale dei Medici-Chirurghi e Odontoiatri di Roma sulla delibera della Giunta della Regione Lazio che ha approvato ieri la “Definizione delle tipologie di studi medici e odontoiatrici non soggetti ad autorizzazione all'esercizio di attività sanitaria e sociosanitaria".

 

Grazie a tale provvedimento, anche nel territorio laziale i cittadini potranno ora avere a disposizione degli “studi polimedici”, in cui trovare sia medici delle varie discipline sia odontoiatri, come già avviene in altre regioni, senza obbligo di richiedere l'autorizzazione all’Ente regionale; sarà infatti sufficiente una semplice comunicazione alla ASL competente.

 

“E’ una riforma che era molto attesa e auspicata da più parti – ricorda Roberto Lala, presidente dei camici bianchi di Roma - che, grazie all'impegno e al concreto contributo del nostro Ordine, insieme agli altri Ordini Provinciali e alle rappresentative sindacali più importanti, chiarisce e definisce finalmente i criteri distintivi tra gli studi medici e odontoiatrici assoggettati o meno al regime autorizzativo”.

 

“In un momento di grande difficoltà economica e sociale generalizzata, da oggi è possibile immaginare un futuro sicuramente migliore per la nostra professione”, aggiunge Brunello Pollifrone, presidente della Commissione Albo Odontoiatri dell’Ordine. “Le nuove modalità di esercizio dell'attività medico-odontoiatrica saranno ora più vicine alle esigenze dei pazienti e degli operatori del settore”.

 

COMUNICATO COMPLETO

Sul Bollettino Ufficiale della Regione Lazio n. 64 dell'11 agosto 2015 è pubblicato l'elenco degli ammessi e degli esclusi al CONCORSO PER L'AMMISSIONE AL CORSO TRIENNALE DI FORMAZIONE SPECIFICA IN MEDICINA GENERALE 2015 - 2018 nonchè il diario della prova di esame (in ultima pagina), che si terrà il giorno 16 settembre 2015 alle ore 7.00 presso l'Ergife Palace Hotel, via Aurelia 617 – 619, Roma, muniti di idoneo documento di riconoscimento. I plichi ministeriali contenenti i questionari saranno aperti alle ore 10.00

 

In allegato l'estratto del BUR 

bur-2015-64-0.pdf

La FNOMCeO ha deciso di riproporre per l’anno 2015 il Regolamento per il sostegno ad iniziative per la formazione e l’aggiornamento di medici e odontoiatri da inviare nei Paesi invia di sviluppo che definisce le modalità di presentazione da parte di Associazioni di volontariato e altre realtà associative di progetti da realizzarsi entro il 2015, per l’erogazione di contributi economici della FNOMCeO.

Anche quest’anno i progetti potranno riguardare:


- i corsi di formazione e aggiornamento per medici e odontoiatri da inviare nei Paesi in Via di Sviluppo, volti ad un refreshing formativo professionalee a fornire elementi sui sistemi e servizi sanitari del Paese sede del periodo di attività;
- l’invio di medici e odontoiatri, per un periodo da un mese a massimo tre mesi, per un’attività professionale sul campo anche attraverso l’inserimento in strutture ospedaliere o, comunque, presenti sul territorio.


Le Associazioni di volontariato e le altre realtà associative interessate, in possesso dei requisiti richiesti, potranno far pervenire all’Ordine provinciale dei medici chirurghi e degli odontoiatri dove è situata la sede legale dell’Associazione, il progetto e la relativa documentazione con le modalità e la tempistica stabilite dal citato Regolamento, per concorrereall’erogazione del contributo FNOMCeO.

 

Per maggiori informazioni, per il Regolamento completo e per ogni altra documentazione cliccare sul presente LINK

Si ricorda agli iscritti che l'Ordine ha attivato una convenzione, di natura non esclusiva, con la società Visura S.p.A. per il servizio di fatturazione elettronica che dal 31.03.2015 è obbligatoria nei rapporti dei professionisti con la Pubblica Ammministrazione.

 

CONVENZIONE