Da sabato sono iniziate le vaccinazioni per gli oltre 8mila medici e odontoiatri liberi professionisti, pensionati iscritti all’Ordine professionale, specializzandi e altre situazioni professionali che non prevedano un rapporto strutturato con il Servizio Sanitario Regionale. “Siamo stati i primi – ricorda il presidente dei medici della capitale – a sottolineare la gravità dell’esclusione di queste figure professionali dalla prima fase vaccinale. Ora, grazie anche alla sensibilità della Regione Lazio, abbiamo corretto l’errore e messo fine a questa ingiusta discriminazione”.

TESTO COMUNICATO STAMPA

La Sezione O del Comitato Tecnico Sanitario del Ministero della Salute, che ha il compito di monitorare l'attuazione della legge n. 38/2010 in materia di cure palliative e terapia del dolore, ha avviato una ricerca al fine di conoscere il numero di professionisti attualmente impiegati nelle reti di cure palliative. A tale scopo e' stata predisposta dall'ALTEMS dell'Universita' Cattolica del Sacro Cuore con la collaborazione della SICP (Societa' di Cure Palliative) e il contributo di FNOMCeO e FNOPI un questionario rivolto ai medici e agli infermieri operanti nell'ambito delle cure palliative.

Per consultare la comunicazione della FNOMCeO cliccare qui.

Per consultare la comunicazione del Ministero cliccare qui.

Per consultare il questionario cliccare qui.

E' stata pubblicata nella Gazzetta Ufficiale della Reubblica Italiana n. 2 dell'8 Gennaio 2021 l'Avviso di annullamento della data del concorso per l'ammissione ai corsi di formazione specifica in medicina generale, triennio 2020/2023.

La nuova data di espletamento del concorso, non appena comunicata dalle regioni, sara' resa nota con avviso del Ministero della Salute che sara' pubblicato nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica italiana - 4a Serie speciale «Concorsi ed esami».

Per cosultare l'Avviso del Ministero della Salute pubblicato in Gazzetta cliccare qui.

L’Ordine dei Medici-Chirurghi e degli Odontoiatri di Roma (OMCeO) ha predisposto sul proprio sito web uno specifico modulo per l'accredito on line alla lista prioritaria della vaccinazione anti Covid19 di tutti i medici e gli odontoiatri di libera professione che operano o risiedono nel comune e nella provincia di Roma.

E’ un'iniziativa che fa seguito alla disponibilità della Regione Lazio a includere tutti i libero professionisti, gli odontoiatri, gli specializzandi, comunque operanti come medici nel Lazio e precedentemente esclusi dalle liste di vaccinazione prioritaria”, precisa il presidente dell'Ordine, Antonio Magi. “A tal fine da oggi abbiamo predisposto sul nostro portale web un’apposita area dove tutti i professionisti potranno aderire inserendo i dati che ci consentiranno di trasferire alla Regione l'elenco dei richiedenti. Sarò poi la stessa Regione che convocherà chi ha aderito – chiarisce Magi - comunicando data e ora della vaccinazione, compresa quella della seconda dose di richiamo. Ho segnalato anche agli altri Ordini provinciali del Lazio questa nuova opportunità così da consentire l’adesione sull’intero territorio regionale”.

Potranno aderire all’iniziativa dell’Ordine della Capitale anche i medici e gli odontoiatri residenti in altre parti d'Italia purché svolgano la propria attività sul territorio di Roma e provincia.

COMUNICATO STAMPA

LINK PER PRENOTAZIONE VACCINAZIONE

E' stata pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale n. 319 del 24 Dicembre 2020 la Legge 18 dicembre 2020, n. 176 - Conversione in legge, con modificazioni,del decreto-legge 28 ottobre 2020, n. 137, recante ulteriori misure urgenti in materiadi tutela della salute, sostegno ai lavoratori e alle imprese, giustizia e sicurezza,connesse all'emergenza epidemiologica da COVID-19.

La FNOMCeO attravervo una comunicazione a tutti i Presidenti dei vari Ordini provinciali ha individuato le disposizioni di maggiore interesse per la professione medica ed odontoiatrica e per gli Ordini territoriali, così come illustrate nel Dossier dei Servizi e degli Uffici del Senato della Repubblica e della Camera dei deputati.

Per visualizzare la comunicazione della FNOMCeO cliccare qui.

E' stato pubblicato nel Supplemento n. 1 del BURL n.155 del 29 Dicembre 2020 l'Avviso n. 3126 del 23 Dicembre 2020 avente ad oggetto:"APPROVAZIONE GRADUATORIE DEFINITIVE RIFERITE ALLA PROVINCIA DI ROMA PER IMEDICI SPECIALISTI E ODONTOIATRI, VALIDITA' ANNO 2021, COME DEFINITE DAL COMITATO ZONALE DI ROMA E PROVINCIA, IN SEDE DI RIUNIONE DEL 16 DICEMBRE 2020,SULLA BASE DEI CRITERI DI CUI ALL'ART. 17 A.C.N. 17.12.2015 E S.M.I.."

Per consultare le Graduatorie cliccare qui.

Si rende noto che la Regione Lazio, istituzionalmente preposta alla gestione del piano vaccinale, ha inviato una prima comunicazione in data 07.12.2020 alle ASL, alle Aziende Ospedaliere e a quelle Universitarie, ai Policlinici Universitari, agli IRCCS, agli Ospedali Classificati e alle Strutture territoriali sanitarie e sociosanitarie private accreditate e/o autorizzate nella quale ha fornito indicazioni per la predisposizione degli elenchi di vaccinazione, su base volontaria, del personale sanitario e sociosanitario.

L’Ordine ha proposto con nota del 15.12.2020, prevedendo con apposita integrazione della delibera de qua, di ampliare la platea dei beneficiari, includendo tutti i medici e gli odontoiatri iscritti non rientranti nelle fattispecie individuate dalla Regione e ha offerto il supporto eventualmente necessario per le fasi conseguenti.

L’Ordine ha appunto proposto o l’istituzione di un app, o di una pagina specifica sul sito della Regione che permetta ai liberi professionisti di dare la loro adesione alla campagna vaccinale Covid 19.

Siamo dunque in attesa che la Regione accolga l’istanza di cui sopra e ufficializzi le indicazioni per consentire a tutti i medici e agli odontoiatri di prenotare la vaccinazione Covid19.

Sarà cura dello scrivente Ordine fornire il massimo risalto alle comunicazioni inerenti gli sviluppi del piano vaccinale.

Augurando buone festività, l'occasione è gradita per inviare i migliori saluti.

IL PRESIDENTE

Dott. Antonio Magi

 

Per consultare la nota del Presidente dell'OMCeO di Roma Dottor Antonio Magi inviata il 15 Dicembre 2020 cliccare qui.

Per consultare la nota del Rappresentante dei Presidenti CAO della Regione Lazio Dottor Canegallo cliccare qui.

Per consultare l'intervista del Presidente dell'OMCeO di Roma Dottor Antonio Magi su Repubblica cliccare qui.

E' attivo il portale per iscriversi all'Elenco di laureati in medicina e chirurgia abilitati all’esercizio della professione medica e iscritti agli albi professionali, di infermieri e assistenti sanitari iscritti ai rispettivi albi professionali che dovranno dare il proprio sostegno all'attuazione del piano di somministrazione dei vaccini anti Sars-Cov-2:

https://personalevaccini.invitalia.it

CLICCARE QUI per visualizzare l’avviso pubblico per la creazione di un elenco di laureati in medicina e chirurgia abilitati all’esercizio della professione medica e iscritti agli albi professionali, nonché di infermieri e assistenti sanitari iscritti ai rispettivi Albi professionali, per l’attuazione del piano di somministrazione dei vaccini anti Sars-Cov- 2 rivolto a cittadini italiani, UE ed extra UE.  

Potranno aderire anche medici, infermieri e assistenti sanitari in pensione.I contratti avranno una durata massima di nove mesi, rinnovabili in caso di necessità.

Roma, 21 dic. - "Sull'adesione le Asl stanno rispondendo abbastanza bene, mi risulta che ad oggi circa il 70% del personale sanitario abbia aderito alla vaccinazione volontaria contro il Covid. Mi sembra un'ottima percentuale". Lo fa sapere il presidente dell'Ordine dei medici di Roma, Antonio Magi.

VARIANTE NON SPAVENTI, VACCINI SARANNO EFFICACI - "Questa variante del virus non ci deve spaventare, perche' aumenta la capacita' di infettare ma non la gravita' della malattia" ha detto ancora Magi.

"La malattia rimane tale- ha proseguito- quindi anche i vaccini saranno efficaci perche' non cambia il virus ma cresce soltanto ha la capacita' di trasmissione. Per il resto, bisogna mantenere le distanze e usare le mascherine. Se continuiamo a farlo- ha concluso Magi- non ci saranno problemi".

(Cds/Dire)

Roma, 18 dic. - "Da quanto so ci sono gia' i primi problemi sotto l'aspetto del numero delle dosi di vaccino che arriveranno, sui tempi e sulle modalita'". Cosi' il presidente dell'Ordine dei medici di Roma, Antonio Magi, parlando con l'agenzia Dire. "Tra l'altro sono previste due dosi di vaccino, con un richiamo- ha proseguito Magi- Quindi siamo un po' preoccupati per l'aspetto organizzativo, ma cercheremo di monitorare la situazione ed essere sempre in contatto con la Regione Lazio, per cercare di effettuare la campagna vaccinale nel migliore dei modi e soprattutto con risultati".

Magi intanto ha fatto sapere che "la Regione ha aperto a tutti quanti la vaccinazione, chiaramente compatibilmente alle dosi che arriveranno. Su questo ho parlato direttamente con l'assessore D'Amato, che mi ha assicurato che la vaccinazione sara' per tutti quanti i medici, anche per i liberi professionisti e per gli odontoiatri".

Su eventuali ritardi nella consegna delle dosi di vaccino, il presidente dell'Omceo Roma ha poi voluto sottolineare che dipenderanno comunque "dalle ditte che ce le dovranno inviare, specie quelle della Pfizer, che tra le altre cose hanno anche una complicazione in piu' legata alla conservazione. Poi purtroppo abbiamo visto che alcuni vaccini saranno ritardati ulteriormente". Insomma "siamo un po' in allerta- ha concluso Magi- e non vorremmo che si stia accelerando sulla questione solo per far vedere che si sta risolvendo il problema, ma parlo a livello internazionale, con la conseguenza di una consegna dei vaccini a 'singhiozzo', non precisa e non nei tempi".

VACCINI IL 27? DATA 'PRO FORMA', RISCHIO RIMANERE FERMI - "Le prime vaccinazioni al personale sanitario a partire dal 27 dicembre? Credo che quella data sia un 'pro forma' per dire 'partiamo tutti il 27', ma il rischio e' di ritrovarci il 28 tutti fermi..." ha detto ancora il presidente dell'Ordine dei medici di Roma, Antonio Magi, interpellato in merito all'annuncio dato nei giorni scorsi dal ministro della Salute, Roberto Speranza, e dal commissario straordinario per l'emergenza, Domenico Arcuri, secondo cui il prossimo 27 dicembre l'Italia parita' con le prime vaccinazioni contro il Covid al personale sanitario.

"Dobbiamo aspettare che arrivino dosi a sufficienza- ha proseguito Magi- La data indicata, piu' che altro, e' una manifestazione della comunita' europea per dire 'iniziamo a vaccinare tutti insieme il 27 dicembre". I primi a vaccinarsi, intanto, saranno proprio gli operatori sanitari che, come aveva sottolineato Speranza in aula al Senato, sono quelli che "lavorano e operano in prima linea". Il vaccino per loro non sara' comunque obbligatorio: "Vaccinarsi per gli operatori sanitari rimane sempre e comunque un obbligo deontologico- ha commentato infine Magi alla Dire- Ritengo che la risposta da parte dei colleghi sara' comunque importante".

SÌ A 'LINEA DURA', CHI CONVINCE VIRUS A NON INFETTARE A NATALE? - "Mi rendo conto che a livello 'emozionale' e' difficile, ma a livello medico-scientifico sono per la 'linea dura' e contrario ad eventuali rallentamenti delle misure nei giorni delle festivita'" ha affermato ancora Magi.

"Il problema sarebbe convincere il virus a non infettare nei giorni di Natale se dovessimo fare questi 'ricongiungimenti'- ha concluso- Ma chi lo convince il virus?".

(Cds/Dire)

Roma, 17 dic. - "E' giusto partire il prima possibile con la vaccinazione anti-Covid, ma dalle parole dell'assessore alla Sanita' del Lazio, Alessio D'Amato, non ho capito chi materialmente inoculera' questa prima tranche di duecentomila dosi. Inoltre, e' chiaro che si partira' dal personale degli ospedali pubblici, ma non bisogna dimenticare tutti i professionisti che operano nella sanita' privata". Lo ha detto il presidente dell'Ordine dei medici di Roma, Antonio Magi.

"Non siamo stati coinvolti, manca un tavolo di coordinamento- ha aggiunto Magi- Ma se D'Amato almeno ha messo su carta qualcosa, il piano nazionale del commissario Domenico Arcuri sappiamo che c'e' ma nessuno lo ha visto".

SERVE RIGORE, RISCHIO NON SOPPORTARE TERZA ONDATA - "Io sono per attuare il rigore durante le festivita', perche' se i numeri crescono c'e' il grosso rischio che nel Lazio non si riesca a sopportare la terza ondata" ha aggiunto poi Magi.

"Non dobbiamo ripetere gli errori estivi. La campagna di vaccinazione antinfluenzale- ha continuato- non e' andata come si voleva, ora ci manca soltanto l'arrivo dell'influenza per paralizzare gli ospedali". Secondo Magi, inoltre, anche le cliniche private che avrebbero dovuto smaltire gli interventi "non stanno rispondendo come previsto. Ci sono operazioni che al momento sono sospese, mentre il nostro personale lavora ininterrottamente e abbiamo colleghi in 'burnout'".

Per questo motivo il presidente dell'Omceo Roma ha scritto una lettera al ministro della Salute, Roberto Speranza, e all'assessore regionale alla Sanita', Alessio D'Amato. "Non bisogna mandare messaggi contraddittori come e' avvenuto con il cashback. Prima lo mettiamo e poi ci lamentiamo se le persone girano per strada. Adesso ci vuole rigore".

(Mel/ Dire)

Roma, 16 dic. - "E' giusto partire il prima possibile con la vaccinazione anti-Covid, ma dalle parole dell'assessore alla Sanita' del Lazio, Alessio D'Amato, non ho capito chi materialmente inoculera' questa prima tranche di duecentomila dosi. Inoltre, e' chiaro che si partira' dal personale degli ospedali pubblici, ma non bisogna dimenticare tutti i professionisti che operano nella sanita' privata".

Lo ha detto il presidente dell'Ordine dei medici di Roma, Antonio Magi."Non siamo stati coinvolti, manca un tavolo di coordinamento- ha aggiunto Magi- Ma se D'Amato almeno ha messo su carta qualcosa, il piano nazionale del commissario Domenico Arcuri sappiamo che c'e' ma nessuno lo ha visto".

SERVE RIGORE, RISCHIO NON SOPPORTARE TERZA ONDATA - "Io sono per attuare il rigore durante le festivita', perche' se i numeri crescono c'e' il grosso rischio che nel Lazio non si riesca a sopportare la terza ondata" ha aggiunto poi Magi.

"Non dobbiamo ripetere gli errori estivi. La campagna di vaccinazione antinfluenzale- ha continuato- non e' andata come si voleva, ora ci manca soltanto l'arrivo dell'influenza per paralizzare gli ospedali". Secondo Magi, inoltre, anche le cliniche private che avrebbero dovuto smaltire gli interventi "non stanno rispondendo come previsto. Ci sono operazioni che al momento sono sospese, mentre il nostro personale lavora ininterrottamente e abbiamo colleghi in 'burnout'".

Per questo motivo il presidente dell'Omceo Roma ha scritto una lettera al ministro della Salute, Roberto Speranza, e all'assessore regionale alla Sanita', Alessio D'Amato. "Non bisogna mandare messaggi contraddittori come e' avvenuto con il cashback. Prima lo mettiamo e poi ci lamentiamo se le persone girano per strada. Adesso ci vuole rigore".

(Mel/ Dire)

L’attuale Consiglio direttivo dell’Ordine provinciale di Roma dei Medici-Chirurghi e degli Odontoiatri (OMCeO), convocato dal presidente Antonio Magi, ha provveduto all'immediata ricezione di tutte le nuove richieste di’iscrizione e che erano in attesa della conclusione delle operazioni di voto e di scrutinio per il rinnovo delle cariche elettive. 

COMUNICATO STAMPA

Il presidente dell'Ordine provinciale di Roma dei Medici Chirurghi e Odontoiatri, Antonio Magi, torna a sollecitare, lo aveva già fatto ad ottobre, il ministro dell’Università Manfredi affinché venga pubblicata la graduatoria unica di merito per il concorso delle Scuole di Specializzazione in area Medica. "Il caos di oggi dovuto ai ricorsi era prevedibile e andava evitato. I giovani – ribadisce Magi – meritano rispetto e non possono essere sempre i primi a pagare il prezzo delle inefficienze della politica”.

COMUNICATO STAMPA