Si è svolta ieri pomeriggio, all’interno del Ninfeo del Museo Nazionale Etrusco di Villa Giulia, la manifestazione, patrocinata tra gli altri dall’Omceo capitolino, dedicata alla buona sanità. Assegnati venti riconoscimenti, con i premi “Roma Salute” e “San Camillo ”, a medici, operatori del settore, aziende, associazioni, società scientifiche, selezionati per l’eccellenza del loro operato.  “Aver contribuito a diffondere la Buona Sanità rappresentando casi di eccellenza nel mondo dell’assistenza e delle professioni sanitarie, del volontariato, del governo clinico e dell’innovazione”. Per questi importante meriti la Fondazione San Camillo- Forlanini assegna ogni anno, quella che si è svolta ieri è la quinta edizione, il riconoscimento “Eccellenze in Sanità” 2019. Ad intervenire i principali rappresentanti delle istituzioni e del mondo sanitario a conferma del riconoscimento del settore per l’impegno della Fondazione nel valorizzare l’eccellenza sanitaria e la ricerca biomedica. “Con questo Premio annuale – ha affermato il presidente, Prof. Eugenio Santoro- la Fondazione vuole porre in luce le tante realtà positive che rendono il nostro sistema sanitario tra i migliori al mondo e rafforzare la fiducia degli italiani nella qualità di un’offerta sanitaria che di decennio in decennio consente la crescita continua della nostra aspettativa di vita”.    Il Comitato Scientifico, presieduto dal Professor Giovanni Minisola, ha convenuto di premiare, tra gli altri, il Centro per la Fecondazione Assistita dell’Ospedale Pertini, diretto dal Professor Rocco Rago, il Professor Nicola Mangialardi, Primario di Chirurgia Vascolare dell’Ospedale San Camillo, la Dott.ssa Ilde Coiro, Direttore Generale dell’Ospedale San Giovanni, l’ANDOS, Associazione Nazionale Donne Operate al Seno, rappresentata dalla Presidente Dott.ssa Flori Degrassi, il Professor Giovanni Rocchi, Professore Emerito di Clinica Medica dell’Università Tor Vergata, il Professor Angelo Lotti, per molti anni Primario Pediatra dell’Ospedale San Camillo e, per l’innovazione, il “Progetto LemGo” realizzato da Sanofi Genzyme ed Healthcare Network Patners, per il supporto digitale di assistenza ai malati di sclerosi multipla. Un Premio speciale degli Amici della Fondazione San Camillo andrà ai genitori del piccoloPasquale Angelosanto, “per la loro straordinaria riconoscenza alla Neonatologia del San Camillo”, dove è stato assistito il loro bambino nato prematuramente. Il Premio, patrocinato dal Ministero della Salute, del Ministero per i Beni e le Attività Culturali, della Regione Lazio e dell’Ordine dei Medici di Roma, ha visto la partecipazione dell’ex Ministro della Salute Rosy Bindi, dalla giornalista Bianca Berlinguer, di Antonio Magi, Presidente dell’Omceo capitolino, dei Direttori Generali Fabrizio d’Alba, Vincenzo Panella e Francesco Ripa di Meana, alla guida di Aziende ospedaliere romane (rispettivamente San Camillo-Forlanini, Umberto I e Istituti Fisioterapici ospedalieri-IFO).  “In un momento di grande difficoltà per la professione medica, difficoltà  che si riverbera inevitabilmente sul nostro Ssn, riconoscere e premiare le eccellenze  della sanità rappresenta un incentivo per tutti quei medici che ogni giorno, con il proprio lavoro, rinnovano il giuramento di Ippocrate”. Così il presidente Antonio Magi commentando a margine la scelta dell’Omceo di patrocinare la manifestazione. "Come presidente dell’Ordine dei Medici Chirurghi e Odontoiatri di Roma – ha concluso – sono particolarmente fiero di quei colleghi che con la loro opera hanno contribuito a diffondere la buona sanità".

 

Stefano SImoni

Portavoce del Presidente

Ordine Provinciale di Romadei Medici-Chirurghi e Odontoiatri

Via G.B. De Rossi, 9 – 00161 Roma

Tel: 06 4417121 - Cell.328 06 49 942

 Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

www.ordinemediciroma.it

Si informano gli iscritti che in questi giorni sono stati inoltrati i solleciti di pagamento relativi ai contributi ordinistici non versati ed alle spese amministrative per le annualità dal 2008 al 2018.

 

E' stato pubblicato in Gazzetta Ufficiale Serie Generale n. 101 del 2 Maggio 2019, l'Avviso relativo al concorso di ammissione dei medici alle Scuole di specializzazione di area sanitaria, per l'anno accademico 2018-2019.

Per consultare l'Avviso e sapere dove scaricare il relativo bando cliccare sul link ottostante:

Avviso relativo al concorso di ammissione dei medici alle Scuole di specializzazione di area sanitaria, per l'anno accademico 2018-2019.

Tutto nasce nel 2012 dopo una segnalazione da parte di un paziente che denunciava di aver subito una lesione a seguito di condotta colposa per un intervento del 2011.

L’odontoiatra veniva sottoposto a procedimento disciplinare in quanto era emerso che quanto denunciato era riconducibile, tra l'altro, a mancanze professionali dovute all'omesso aggiornamento, inadempimento quest'ultimo che già in sé concretava violazione degli obblighi deontologici. E per questo era stato sospeso per 6 mesi dall’attività così come previsto dal Codice deontologico. 

Il medico, a quel punto, aveva presentato ricorso al Cceps che ha però confermato la sospensione anche se riducendo il tempo da 6 a 3 mesi.  

Nella sentenza la Cceps ricorda che “il medico ha l'obbligo di mantenersi aggiornato in materia tecnico-scientifica, etico-deontologica e gestionale-organizzativa, onde garantire lo sviluppo continuo delle sue conoscenze e competenze in ragione dell'evoluzione dei progressi della scienza, e di confrontare la sua pratica professionale con i mutamenti dell'organizzazione sanitaria e della domanda di salute dei cittadini”.

Per consultare la Decisione cliccare sul link sottostante:

Decisione Cceps.

E' stata pubblicatain data 18 Aprile 2019  nel Supplemento n. 1 della 32 Edizione del Burl la Determinazione 3 Aprile 2019, n. G03952, contenente la Rettifica alla Determinazione n. G02916 del 14/03/2019 avente per oggetto: "Graduatorie dei medici per la copertura dei distretti carenti di assistenza primaria di cui alla Determinazione 12 Dicembre 2018 n. G16159 -Pubblicata sul BUR - Lazio n. 102 del 18/12/2018" - Pubblicata sul BUR - Lazio n. 23 del 19/03/2019.

Per consultare la rettifica della Graduatoria cliccare sul link sottostante:

Determinazione 3 Aprile 2019, n. G03952.

L’Autorità garante per la protezione dei dati personali, è intervenuta sul tema della privacy in ambito sanitario con il provvedimento n. 55 del 7 marzo scorso che fornisce indicazioni e chiarimenti sull’applicazione del regolamento Ue sulla protezione dei dati n. 2016/679 (Gdpr).

Per consultare il provvedimento del Garante e i chiarimenti con riguardo agli specifici ambiti di applicazione cliccare sui link sottostante:

Provvedimento n. 55 del 7 Marzo 2019 del GPDP.

Chiarimenti negli ambiti di applicazione.

 

 

Si informa che è attivo un protocollo d'intesa tra l'Ordine provinciale di Roma dei Medici-Chirurghi e degli Odontoiatri (OMCeO)  e l'Ente Nazionale per il Microcredito (ENM), che ha l'obiettivo di mettere a disposizione dei medici e degli odontoiatri, in particolare dei giovani laureati che devono intraprendere la professione, le possibilità offerte dal microcredito e dalla microfinanza in un'ottica di innovazione sociale e, contemporaneamente, di sviluppo e diffusione della cultura in questo campo. L’accordo è stato siglato dal presidente dell’Ordine, Antonio Magi, e dal presidente dell’Ente, Mario Baccini, con durata triennale.

cliccare sul Protocollo per la versione integrale

ENM

Per informazioni 06/86956900 - 06/86956913 Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

  PRINCIPI GENERALI 

I principi generali dell’informazione sanitaria devono fondarsi sulla liceità del messaggio informativo, atteso che è impossibile tipizzare in maniera esaustiva e completa tutte le ipotesi di informazioni sanitarie non consentita. 

L’esercizio delle attività di controllo demandate all’Ordine Professionale sono sempre orientate alla tutela del paziente e al rispetto dell’etica professionale nella prestazione odontoiatrica. 

La trasparenza del messaggio deve sempre considerare l’asimmetria  informativa tra professionista e paziente: i dati delle comunicazioni informative devono essere il più possibile completi ed esaustivi ai fini della veridicità e piena comprensibilità del messaggio da parte del paziente.  

I principi generali hanno come obiettivo la tutela della salute del paziente che deve ritenersi sempre prioritaria rispetto alla finalità pubblicitaria/commerciale. 

Il contenuto dell’informazione sanitaria non può avere quale unico oggetto il costo della prestazione sanitaria e le relative modalità di pagamento; nel caso in cui venga indicato anche il costo della prestazione, la tariffa proposta non deve essere tale da pregiudicare la qualità del trattamento odontoiatrico. 

Le prestazioni gratuite possono essere pubblicizzate soltanto da enti senza fini di lucro, con specifiche finalità di prevenzione e cura di carattere sociale e che non facciano alcun riferimento a loghi o marchi di carattere commerciale e per periodi di tempo determinati. 

Le immagini ed il testo dell’informazione sanitaria devono essere sempre funzionali all’oggetto della stessa. 

Le espressioni adoperate per pubblicizzare discipline e tecniche praticate devono essere conformi alle denominazioni condivise e utilizzate in ambito scientifico, senza ingenerare  equivoci sul possesso di titoli e/o specializzazioni non riconosciuti in sede accademica. 

Le indicazioni qui riportate sono applicabili alle informazioni sanitarie diffuse su qualsiasi mezzo di comunicazione.   

  

ELEMENTI COSTITUTIVI L’INFORMAZIONE SANITARIA  

Ai fini dei principi qui enunciati, si intende per pubblicità qualsiasi messaggio promozionale e/o suggestivo orientato a finalità prevalentemente commerciali.

L’informazione sanitaria è invece una comunicazione improntata a veicolare messaggi utili alla consapevolezza delle scelte del paziente, funzionale a garantire la sicurezza dei trattamenti sanitari e finalizzata alla tutela della sua salute senza ingenerare falsi bisogni di cura. 

Premesso pertanto il divieto in sanità di qualsiasi messaggio pubblicitario non informativo, sono consentite le comunicazioni informative relative a prestazioni e trattamenti completi e non parziali.

Qualora il messaggio contenga indicazioni relative al prezzo della prestazione, data l’impossibilità di valutare a priori la diagnosi e il conseguente specifico piano di trattamento, lo stesso deve essere omnicomprensivo senza ulteriori oneri e, comunque, prevedere sempre un range minimo e massimo di costo riferito al proprio tariffario (principio di trasparenza).  

Si conferma il divieto di pubblicizzare dispositivi medici, essendo tuttavia consentita l’informazione sanitaria sulla metodica ed eventuali marchi utilizzati, finalizzati a valorizzare la qualità e la tipologia della prestazione e sempre nel rispetto delle disposizioni previste dal Codice di Deontologia Medica. 

Il messaggio utilizzato per informare sulla denominazione della struttura sanitaria deve corrispondere alla tipologia di attività per la quale è stata concessa l’autorizzazione sanitaria o comunque inviata comunicazione alle autorità competenti. 

Sarà costituito un osservatorio permanente volto a monitorare e aggiornare le presenti linee guida rilevando eventuali criticità e promuovendo nuove iniziative. 

Il Presidente Commissione Comunicazione e Pubblicità in Odontoiatria Nicola Illuzzi  

I Componenti: Paolo Amori, Vincenzo Aloisantoni, Marco Canegallo, Sandro Forte, Maria Maddalena Giungato, Nicola Marchitto, Vincenzo Mascellaro, Andrea Tuzio  

E' stata pubblicata nell'Edizione n. 23 del 19 Marzo 2019 la Determinazione n. G02916 del 14 Marzo 2019 contenente le Graduatorie dei medici per la copertura dei distretti carenti di assistenza primaria di cui alla Determinazione 12 dicembre 2018 n. G16159 - Pubblicata sul BUR - Lazio n. 102 del 18/12/2018.

Per consultare la Determinazione e le relative Graduatorie cliccare sul link sottostante:

Determinazione n. G02916 del 14 Marzo 2019.

Nell'Edizione n. 23 del 19 Marzo 2019 è stata pubblicata la Determinazione n. G02808 del 13 Marzo 2019, contenente l'Approvazione delle graduatorie per l'assegnazione degli incarichi a tempo indeterminato nelle attività di Continuita' Assistenziale rilevati alla data del 1 settembre 2018 di cui alla Determinazione n. G16160 del 12 dicembre 2018 pubblicata sul BURL n. 102 del 18 dicembre 2018.

Per consultare la Determinazione e la relativa graduatoria cliccare sul link sottostante:

Determinazione n. G02808 del 13 Marzo 2019.

Di seguito il podcast relativo all'intervista rilasciata dal Presidente, Dott. Antonio Magi a ‘Genetica oggi’, trasmissione di Radio Cusano Campus in cui ha parlato, tra l’altro, del programma sanità del neo segretario Pd, Nicola Zingaretti, di Lea e le liste di attesa.

Di seguito il filmato relativo all'intervista rilasciata dal VicePresidente, Dott. Pierluigi Bartoletti a Le Iene sul caso "Soldi in nero e esami finti: medico sfrutta i pazienti stranieri?"

Di seguito il filmato relativo all'intervista rilasciata dal Presidente, Dott. Antonio Magi a Uno mattina in famiglia sul caso trip advisor dei medici ovvero di quei siti che permettono di giudicare strutture e professionisti sanitari.

Sabato mattina, 2 marzo, Antonio Magi, presidente Omceo Roma, in rappresentanza della Fnomceo parteciperà alla trasmissione televisiva di Rai 1, “Uno mattina in famiglia”, condotta da Ingrid Muccitelli e Luca Rosini. Nel corso del programma, che andrà in onda dalle 08:25 alle 10:45, si parlerà dei trip advisor dei medici ovvero di quei siti che permettono di giudicare strutture e professionisti sanitari.