E' stata pubblicata nel Supplemento n 1 del Bollettino Ufficiale  della Regione Lazio la Determinazione n. G04158 del 5 Aprile 2022 recante: "Procedura ai sensi dell'articolo 34 comma 17 bis del vigente Accordo Collettivo Nazionale per la disciplinadei rapporti con i medici di medicina generale per la assegnazione degli incarichi residui di assistenzaprimaria rilevazione anno 2021, resi noti con Determinazione n. G00860 del 31 gennaio 2022, pubblicata sulBURL n. 13 del 8 febbraio 2022: approvazione graduatorie".

Per consultare la Determinazione e le relative graduatorie cliccare qui.

Il 7 aprile 2022 alle ore 9.30 presso l'Auditorium "Cosimo Piccinno" della sede di Lungotevere, 1 del Ministero della Salute, si terrà il convegno "Spine 4.0: l'innovazione per la prevenzione e il trattamento delle patologie del rachide".

L'evento potrà essere seguito in diretta streaming sul canale YouTube del Ministero della Salute collegandosi all'indirizzo https://youtu.be/6zip7D13MOE .

Programma Convegno

Dal primo Aprile l'Italia, dopo due anni, si lascia alle spella definitivamente lo stato di emergenza proclamato dal 2020 a causa della pandemia da Covid. Ecco le principali novità introdotte dal decreto approvato nelle scorse settimane dal Consiglio dei Ministri:

  1. Viene sciolto il Comitato tecnico scientifico che si è riunito per l'ultima volta lo scorso 30 marzo. Ciò non toglie che il presidente del Comitato Franco Locatelli, ed il portavoce Silvio Brusaferro, continueranno a poter dare le loro consulenza al ministro della Salute Roberto Speranza nel loro ruolo di presidenti, rispettivamente, del Consiglio superiore di sanità e dell'Istituto superiore di sanità;
  2. Viene meno anche la struttura commissariale e decade dal suo ruolo di commissario il generale Francesco Paolo Figliuolo. La struttura commissariale viene sostituita dall’Unità per il completamento della campagna vaccinale e per l’adozione di altre misure di contrasto alla pandemia che è operativa a partire dal 1 Aprile. Il posto di Figliuolo viene preso da Tommaso Petroni, maggior generale dell’Esercito, specialità Tramat (arma dei trasporti e materiali), e già nella struttura del commissario nei mesi scorsi in qualità di responsabile della logistica;
  3.  Viene abolito il sistema della classificazione regionale a colori. Per quanto poi riguarda la quotidianità, il green pass non sarà più richiesto per consumare negli spazi all'aperto di bar e ristoranti né per accedere a uffici pubblici, musei, strutture ricettive e attività commerciali o per utilizzare i mezzi del trasporto pubblico locale. Per accedere ai luoghi di lavoro, invece, sarà sufficiente il green pass base. La capienza degli impianti sportivi, all’aperto e al chiuso, tornerà al 100%;
  4. Viene prolungato fino al 30 Aprile l'obbligo di indossare le mascherine al chiuso: su tutti i mezzi di trasporto pubblico e nei luoghi in cui si tengono spettacoli aperti al pubblico si potranno usare solo le Ffp2. Fino alla stessa data, sarà richiesto il green pass base per utilizzare i mezzi pubblici non destinati al trasporto locale e per partecipare a concorsi, corsi di formazione, spettacoli ed eventi sportivi all'aperto. La stessa certificazione sarà richiesta per accedere alle mense e ai servizi di ristorazione al chiuso, ad eccezione di quelli all'interno di alberghi e riservati ai clienti;
  5. Dal 1° Maggio non occorrerà più il green pass per accedere ai luoghi di lavoro. Inoltre, non sarà più necessario il green pass rafforzato per accedere a strutture e centri sportivi, convegni e congressi, centri estivi, ricreativi e culturali, sale da gioco, discoteche, eventi e spettacoli al chiuso. 
  6. Fino al 31 Dicembre 2022 rimane in vigore sia l'obbligo vaccinale per il personale sanitario e per i lavoratori degli ospedali e delle Rsa sia il possesso del green pass rafforzato per i visitatori dei reparti ospedalieri di degenza, hospice e Rsa;
  7. Isolamento per soggetti positivi al COVID-19. Le persone risultate positive al test diagnostico (molecolare o antigenico) per SARS-CoV-2 sono sottoposte alla misura dell’isolamento.Valgono in proposito le stesse indicazioni contenute nella Circolare del Ministero della Salute diramata il 30 Dicembre 2021 che prevede che per i soggetti contagiati che abbiano precedentemente ricevuto la dose booster, o che abbiano completato il ciclo vaccinale da meno di 120 giorni, l’isolamento può essere ridotto da 10 a 7 giorni, purché i medesimi siano sempre stati asintomatici, o risultino asintomatici da almeno 3 giorni e alla condizione che, al termine di tale periodo, risulti eseguito un test molecolare o antigenico con risultato negativo;
  8. Autosorveglianza dopo contatti stretti con soggetti positivi. In questo caso le misure sono state uniformate per vaccinati e non vaccinati prevedendo che, per coloro che hanno avuto contatti stretti con soggetti confermati positivi al SARS-CoV-2, sia applicato il regime dell’autosorveglianza, consistente nell’obbligo di indossare dispositivi di protezione delle vie respiratorie di tipo FFP2, al chiuso o in presenza di assembramenti, fino al decimo giorno successivo alla data dell’ultimo contatto stretto.Se durante il periodo di autosorveglianza si manifestano sintomi suggestivi di possibile infezione da Sars-Cov-2, è raccomandata l’esecuzione immediata di un test antigenico o molecolare per la rilevazione di SARS-CoV-2 che in caso di risultato negativo va ripetuto, se ancora sono presenti sintomi, al quinto giorno successivo alla data dell’ultimo contatto;
  9.  Test per operatori sanitari dopo contatto. Gli operatori sanitari devono eseguire un test antigenico o molecolare su base giornaliera fino al quinto giorno dall’ultimo contatto con un soggetto contagiato.

Con l'Ordinanza n. 884 il Capo del Dipartimento della Protezione Civile, per favorire e regolare il subentro del Ministero della salute nelle iniziative finalizzate al superamento della situazione di criticità determinatasi in relazione all’emergenza relativa al rischio sanitario connesso all’insorgenza di patologie derivanti da agenti virali trasmissibili ed altre disposizioni di protezione civile, ai sensi dell’art. 1 del decreto legge n. 24 del 24 marzo 2022 dispone che  si estende fino alla fine dell’anno la possibilità da parte del medico di inviare il promemoria con il numero di ricetta via mail, sms, whatsapp o anche al telefono.

Per consultare il L'Ordinanza cliccare qui.

E' stato pubblicato nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica Italiana del 24 Marzo 2022 il Decreto approvato il 17 marzo dal Governo con tutte le nuove misure su mascherine, vaccinazioni e green pass.

Il decreto ha lo scopo primario di tracciare gli interventi e revisionare le normative in vista dell’ormai prossima fine dello stato di emergenza che cadrà definitivamente il 31 marzo. 

In ogni caso il Governo si riserva comunque l’opportunità di intervenire in modo straordinario con lo strumento delle Ordinanze che, fino al 31 dicembre 2022, potranno introdurre misure derogatorie per rialzare il livello di guardia contro eventuali allarmi epidemiologici.

Per consultare il testo del Decreto e tutte le nuove misure per il contenimento della pandemia cliccare qui.

La commissione di Pediatria dell’Ordine provinciale di Roma dei medici chirurghi e odontoiatri coordinata da Valentina Grimaldi, consigliere OMCeO, porge le più vive congratulazioni a Pietro Ferrara, chiamato dall’Università Campus Bio-Medico della capitale come Professore universitario di I fascia nel settore concorsuale 06/G1 - Pediatria Generale, Specialistica e Neuropsichiatria Infantile - settore scientifico-disciplinare MED/38 - Pediatria Generale e Specialistica, nella Facoltà Dipartimentale di Medicina e Chirurgia dell’Università Campus Bio-Medico di Roma.

Al Prof. Pietro Ferrara, già membro della commissione di Pediatria dell’OMCeO capitolino, vanno i nostri più sinceri auguri di buon lavoro.

Nei giorni 1 e 2 aprile 2022, l’Ordine dei Medici Chirurghi e degli Odontoiatri della provincia di Pesaro-Urbino, con la collaborazione della Fondazione Scoliosi Italia Onlus, organizza presso l’hotel Flaminio a Pesaro un importante e interessante congresso sulla patologia della Colonna vertebrale.

Direttore scientifico e principale Relatore dell’evento sarà il Prof. Marco Brayda-Bruno, Responsabile Chirurgia vertebrale e scoliosi IRCSS Istituto Ortopedico Galeazzi di Milano. E’ uno dei primi convegni a livello nazionale, con finalità sociali, dedicato alla scoliosi e al mal di schiena, che Pesaro ospita per promuovere in particolare la prevenzione in età evolutiva con l’individuazione precoce delle asimmetrie del tronco o deviazioni deformanti, spesso invalidanti in età adulta anziana, per la giusta informazione in età scolare e adulta sulle corrette posture, per la diminuzione di assenze dal posto di lavoro e per contribuire alla diminuzione delle spese a carico del Servizio Sanitario Nazionale. 

Modalità e Quota d’iscrizione 

Per le iscrizioni che perverranno alla segreteria Intercontact entro il 18 marzo 2022:

•€ 50,00 (IVA inclusa) per tutti i partecipanti

•€ 20,00 (IVA inclusa) per gli Studenti in Scienze Motorie, Medicina Fisioterapia e per gli insegnanti 

Per le iscrizioni che perverranno alla segreteria Intercontact dopo il 18 marzo 2022:

•€ 90,00 (IVA inclusa) per tutti i partecipanti

•€ 30,00 (IVA inclusa) per gli Studenti in Scienze Motorie, Medicina Fisioterapia e per gli insegnanti 

La quota di iscrizione dovrà essere versata presso: Intercontact S.r.l. - Banca Intesa San Paolo (Agenzia Corso IX Settembre)

IBAN: IT88R0306913304100000063595

Inviare la contabile di avvenuto bonifico alla segreteria organizzativa Intercontact, unitamente alla alla scheda di iscrizione compilata.

Nella causale del bonifico vi preghiamo di specificare il Nome e Cognome del partecipante. 

In allegato il programma dell’evento e la scheda di iscrizione da inviare ad Intercontact via fax allo 0721.26773 - oppure per e-mail ad Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. - oppure iscrizione on-line al sito www.intercontact-pesaro.it (sezione congressi e corsi ECM) unitamente alla fotocopia del bonifico bancario. 

PROGRAMMA CONGRESSO

SCHEDA ISCRIZIONE

Corrado Bibbolino per la Asl Roma 1, Giuseppina Maturani per la Asl Roma 3, Monica Moriconi per la Asl Roma 2 sono i nuovi delegati per la Sanita' presso le Aziende Sanitarie Locali di Roma, nominati dal sindaco Roberto Gualtieri. I delegati sono chiamati a svolgere funzioni di verifica e contribuiscono alla definizione dei piani programmatici sanitari per conto del Sindaco di Roma. Hanno il compito di rapportarsi con i direttori delle Asl e con i rappresentanti dei Municipi, oltre ad occuparsi delle Conferenze Sanitarie Locali.
La nomina dei tre delegati del sindaco per le tre Asl potrà rimettere rapidamente al lavoro le Conferenze Sanitarie Locali che rappresentano.

"Aver incaricato un medico come Corrado Bibbolino , presidente della commissione ordinistica per l’area radiologica alla Asl Roma1 - commenta con soddisfazione Antonio Magi, presidente dell'OMCeO Roma, insieme a due persone di grande esperienza come Pina Maturani e Monica Moriconi nelle altre Asl è un segnale positivo che va nella direzione di riannodare insieme ai medici, ai cittadini e agli altri operatori i fili che tengono insieme ospedale e territorio,sociale e sanitario , politica e società civile" "L’Ordine dei Medici capitolino - sottolinea Magi - proprio per il suo mandato istituzionale non può che apprezzare ogni gesto in questo senso, per ridare slancio e sinergie al sistema sanitario in ogni sua espressione, superando i sacrifici personali e le troppe criticità dell'emergenza pandemica."

E’ stato pubblicato in Gazzetta Ufficiale il Decreto del MEF che ridefinisce per il 2022 le scadenze dell’invio, da parte dei sanitari obbligati, dei dati delle fatture emesse o stornate al Sistema Tessera Sanitaria.

Il decreto del MEF del 2 febbraio 2022 accoglie la richiesta dell’Agenzia delle Entrate di rinviare la periodicità mensile della trasmissione delle spese sanitarie al Sistema TS, e si affianca alla proroga all’8 febbraio 2022 relativa all’invio degli oneri relativi al secondo semestre del 2021.

Viene di conseguenza rinviato anche il periodo per l’esercizio, da parte del contribuente, dell’opposizione all’inserimento dei dati delle spese sanitarie nel modello 730 precompilato 2022. La finestra si aprirà il 16 febbraio e ci sarà tempo fino al 15 marzo.

Queste sono le nuove scadenze:

  • Entro il 30 settembre 2022  l’invio delle fatture incassate o stornate nel primo semestre 2022.
  • Entro il 31 gennaio 2023 l’invio delle fatture incassate o stornate nel secondo semestre 2022.

Dal 1° gennaio 2023 l’invio dei dati dovrebbe diventare mensile, entro il mese successivo a quello di incasso della fattura, salvo ovviamente nuova proroga.

Per consultare il testo del Decreto del MeF pubblicato in Gazzetta Ufficiale cliccare qui.

Cari colleghi,
il decreto-legge 172 del 26 novembre 2021 pubblicato in Gazzetta Ufficiale il 26/11/2021 (entrato in vigore il 27/11/2021) dispone l'obbligo per gli esercenti le professioni sanitarie della vaccinazione anti-SARS – COV-2 e, a partire dal 15 dicembre 2021, della somministrazione della terza dose di richiamo successiva al ciclo vaccinale primario.

Il decreto stabilisce che la Federazione Nazionale degli Ordini dei Medici Chirurghi e Odontoiatri (Fnomceo), attraverso la Piattaforma nazionale digital green certificate debba verificare e trasmettere ai relativi Omceo provinciali i nomi degli iscritti non in regola con il ciclo vaccinale pena sospensione dall’albo.

Il Decreto inoltre prevede che nel caso in cui la Piattaforma nazionale digital green certificate indichi la mancata effettuazione della vaccinazione (anche con riferimento alla dose di richiamo) l'Ordine provinciale inviti l'iscritto a produrre la documentazione comprovante: “l’effettuazione della vaccinazione, l'attestazione relativa all'omissione o al differimento della stessa, ovvero la presentazione della richiesta di vaccinazione da eseguirsi comunque entro il termine non superiore a venti giorni dalla ricezione dell'invito, ovvero l’insussistenza dei presupposti per l'obbligo vaccinale”.

Si rende noto che l’Ordine provinciale, qualora si accertasse da parte della FNOMCeO il mancato adempimento dell'obbligo vaccinale - anche con riguardo alla dose di richiamo, è costretto a norma di legge ad adottare l'atto di accertamento dell'inadempimento dell'obbligo vaccinale che può determinare l'immediata sospensione dall'esercizio delle professioni sanitarie ed è annotata nel relativo Albo professionale.

La sospensione è efficace fino alla comunicazione da parte dell’iscritto dell'avvenuta vaccinazione a seguito della quale l'Ordine provvederà alla immediata revoca della sospensione.

Si invitano quindi i colleghi che ancora non l'abbiano fatto a mettersi in regola, salvo diversa scelta personale, per evitare di incorrere nella sospensione attualmente prevista dalle norme di legge.

Il Ministero della Salute ha dato notizia della ricostituzione dell’organo CCEPS, che decide, oltre al resto, sui ricorsi dei professionisti sanitari contro le sanzioni disciplinari irrogate dagli Ordini provinciali.

I membri sono stati nominati con Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri e resteranno in carica per 4 anni.

Si tratta di un provvedimento particolarmente atteso visto che la precedente Commissione era decaduta nel 2020.

Per consultare il Decreto contenente le varie nomine cliccare qui.

E' stato pubblicato nell'edizione n. 116 del 14 Dicembre 2021  del BUR della Regione Lazio l'Avviso n. 2470 del 13 Dicembre 2021, avente ad oggetto: "Approvazione graduatorie definitive riferite alla provincia di Roma per i MEDICI SPECIALISTI e ODONTOIATRI, validità anno 2022, come definite dal Comitato Zonale di Roma e Provincia, in sede di riunione del 30 novembre 2021, sulla base dei criteri di cui all'art. 19 A.C.N. 31.03.2020 e s.m.i."

Per consultare l'Avviso e le relative Graduatorie cliccare qui.

Si informano gli iscritti che l'Ordine ha ottenuto riscontro da parte del COGEAPS dell’avvenuta importazione dei crediti ECM derivanti dall’attività di tutoraggio prevista per il tirocinio pratico-valutativo per l'accesso alla prova dell'esame di Stato per l'abilitazione all'esercizio della professione di Medico-Chirurgo (Decreto 29.10.2001 n. 445 del MIUR) relativamente agli anni 2017 e 2018.

Con l'occasione si ricorda che ai sensi della Determina della CNFC del 17/07/2013 per tale periodo sono stati riconosciuti n. 4 crediti ECM per ogni mese di attività prestata. I crediti così acquisiti, calcolati unitamente ai crediti ottenuti per docenza/pubblicazioni scientifiche/ricerche, non possono eccedere il 60% del monte crediti triennale al netto degli esoneri, delle esenzioni e delle riduzioni di cui ai paragrafi 1, 2 e 7 della determina in questione.

I dati inviati dall’Ordine al COGEAPS sono stati prodotti dalle Università presso le quali sono assegnati i tutor. Eventuali incongruenze riscontrate dagli interessati dovranno essere segnalate all'Ordine e per conoscenza all'Università interessata.

Per quanto riguarda gli anni 2019 e 2020, in virtù della nuova normativa riportata nel Manuale sulla formazione continua del Professionista Sanitario, che prevede una diversa modalità di calcolo ai fini ECM dell’attività prestata (1 credito ECM ogni 15 ore), l'Ordine sta procedendo ad una rielaborazione dei dati acquisiti, al termine della quale procederà all'invio massivo al COGEAPS dandone adeguata informativa agli interessati.